A Firenze

Pitti Uomo 87: oltre a Marni ci sono anche Peuterey e Incontri

All'insegna dello slogan "Walkabout Pitti", il salone del menswear fiorentino va in scena dal 13 al 16 gennaio. A seguire, dal 17 al 20, è la volta di Milano, con il calendario della fashion week maschile. Una scelta che conferma la voglia di collaborazione tra le due città. Special guest di questa edizione è il menswear di Marni.

 

Sono 1.090 gli espositori attesi alla manifestazione, cui si aggiungono i 70 di Pitti W con un 40% di realtà provenienti da oltre 30 Paesi. «Abbiamo ricevuto 400 nuove domande di partecipazione, di cui il 50% straniere - ha sottolineato Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine nel corso della conferenza stampa odierna di presentazione della rassegna -. Richieste che ovviamente vengono sottoposte al nostro vaglio attento ma che la dicono lunga a proposito dell'importanza della manifestazione».

 

Walkabout Pitti è il tema guida scelto per questo appuntamento, che esplorerà la dimensione del viaggiare a piedi. «Un argomento sempre più di moda e oggi più che mai espressione di lifestyle: un inno alla multiformità tecnica, di uso e di stile dell'abbigliamento e degli accessori», ha sottolineato Poletto. Un tema caldo per quanti visiteranno il salone e le sue location, ai quali gli organizzatori hanno dedicato una nuova app, Pitti Smart, che consentirà di registrarsi online e di muoversi agevolmente negli spazi della Fortezza.

 

Menswear Guest Designer della manifestazione è Marni, la maison guidata da Consuelo Castiglioni, che festeggia il 20esimo compleanno e che sfilerà il 15 gennaio in una location da definire. «Siamo felici che la maison abbia accolto il nostro invito a far partire da Firenze le strategie di rafforzamento dell'offerta maschile», ha dichiarato Lapo Cianchi, direttore comunicazione ed eventi dell'ente fieristico fiorentino.

 

Altro ospite atteso a Firenze Hood by Air, marchio luxury con sede a New York, creato nel 2006 da Shayne Oliver, che sarà protagonista di un evento speciale in calendario il 14 gennaio.

 

«Sono rimasto colpito dal processo creativo sviluppato dal team di Hood by Air, etichetta di luxury streetwear partita dal mondo della musica e della performance - ha spiegato Lapo Cianchi -. Un brand di cui apprezzo la ricerca multidisciplinare, le radici ancorate nella underground culture e l'imprevedibilità di alcune soluzioni».

 

Altra novità è rappresentata da Cloakroom, una mise en scène al Saloncino della Pergola, a cura della Fondazione Pitti Discovery, con la regia di Olivier Saillard, direttore del Museo Galliera di Parigi, e l'interpretazione di Tilda Swinton.

 

Una performance speciale sarà dedicata a T.Lipop e Alberto Premi Design, vincitori di Who is On Next? Uomo 2014. Per il progetto Pitti Italics, dedicato alle nuove generazioni di designer e marchi che progettano e producono in Italia, il protagonista sarà una collezione a quattro mani battezzata Arrivo, frutto della collaborazione tra Matteo Gioli di SuperDuper Hats e Stefano Ughetti di Camo: una serie di proposte ispirate agli anni eroici del ciclismo.

 

Sempre a proposito di progetti speciali, da segnalare il ritorno di Andrea Incontri, che presenterà a Palazzo Corsini la sua collezione uomo di abbigliamento e accessori, l'evento di Emiliano Rinaldi al giardino del Palacongressi e la presenza di Peuterey, che sarà protagonista di una performance-evento nei giorni della manifestazione.

 

stats