A Firenze

Si accendono i riflettori sull'edizione 87 di Pitti Uomo

Mood sempre più globale a Pitti Uomo, che in occasione dell’edizione numero 87, al via il 13 gennaio, schiera un totale di 1.119 marchi (più i 66 di Pitti W), dei quali 481 stranieri. Marni e Hood by Air gli special guest. Da non perdere i Pitti Italics, T.Lipop, Alberto Premi Design e Arrivo. Oltgre agli appuntamenti con Andrea Incontri e Furla.

 

«Oggi il 44% delle presenze alla manifestazione proviene da oltreconfine ma il nostro obiettivo è arrivare al fifty/fifty - tiene a sottolineare il ceo di Pitti Immagine, Raffaello Napoleone- frutto di un lavoro di scouting ben preciso svolto nel corso delle stagioni, che ci ha portati a essere la vetrina di riferimento indiscussa per la parte più creativa della moda uomo». Una sfida che non si traduce semplicemente nella presenza di brand al salone ma che vuol dire anche tante iniziative ad hoc.

 

Fra le novità di questa edizione c'è il progetto Born in the Usa by Liberty Fairs, che debutta nella nuova location degli Archivi, dove saranno presenti 22 label nate e prodotte negli States: un mix and match di proposte che spaziano dal classico allo sportswear. Di scena agli Archivi anche l'inedito progetto Unconventional, legato agli stili luxury underground.

 

Altra novità è la minienclave dedicata alla Svezia battezzata #Swedishspot 2015, che vede la partecipazione di un collettivo di sette brand alle Quinte del Teatro.

 

Walkabout Pittiè il tema guida scelto per questa edizione di Pitti Uomo, in pista dal 13 al 16 gennaio con le collezioni autunno-inverno 2015/2016, che esplora la dimensione del viaggiare a piedi. «Un argomento sempre più di moda: un inno alla multiformità tecnica, di uso e di stile, dell’abbigliamento e degli accessori», sottolinea il vice-direttore generale di Pitti Immagine, Agostino Poletto.

 

Fra gli appuntamenti clou c'è la sfilata del guest designer Marni, che presenta il menswear al Museo Marino Marini la sera del 15. Altro ospite atteso è lo special guest Hood by Air, marchio luxury di New York, in calendario con un evento speciale il 14 gennaio nella Villa di Maiano. Da non perdere Cloakroom, una mise en scène in calendario il 15 al Saloncino della Pergola, a cura della Fondazione Pitti Discovery, ideata e interpretata da Olivier Saillard, direttore del Museo della Moda Galliera di Parigi, e da Tilda Swinton.

 

Pitti Italics (il progetto dedicato alle nuove generazioni di designer e marchi che progettano e producono in Italia) porta alla ribalta questa volta T.Lipope Alberto Premi Design, vincitori di Who is On Next? Uomo 2014, di scena il 15 rispettivamente alla Dogana e al Cinema Alfieri. Pitti Italics è anche Arrivo,collezione a quattro mani ispirata agli anni eroici del ciclismo, frutto della collaborazione tra Matteo Giolidi SuperDuper Hatse Stefano Ughettidi Camo,sotto i riflettori il 13 alla Dogana.

 

Sempre a proposito di progetti speciali, da segnalare il ritorno di Andrea Incontri, che il 14 presenta a Palazzo Corsini la sua collezione. Il 14 sono sotto i riflettori anche lo Special Event di Peutereyalla Dogana e l’appuntamento allo Spazio Alcatraz della Stazione Leopolda, per il lancio mondiale della collezione di accessori uomo di Furla.

 

stats