ACCESSORI MODA

Seconda prova a Vicenza per Origin, «esperimento di cross-fertilization»

Dal 15 al 18 maggio si svolge a Vicenza la seconda edizione di Origin Passion and Belief: la piattaforma espositiva sull’accessorio moda che intende mettere in contatto i produttori italiani con i designer indipendenti e i buyer dei marchi di tutto il mondo. Un progetto innovativo e interessante, frutto della collaborazione tra Fiera di Vicenza e Not Just A Label.

 

Origin Passion and Belief si focalizza infatti sulle competenze negli accessori moda, dalla creatività alla manifattura, presentando “super supplier” del panorama italiano insieme a designer emergenti della scena internazionale, nella convinzione di svolgere «uno straordinario esperimento di cross-fertilization per capitalizzare il made in Italy nel mondo e proporre nuove linee», come ha sottolineato il presidente di Fiera di Vicenza, Matteo Marzotto.

 

L’attuale fenomeno del “reshoring”, ossia del tornare a produrre in Italia, patria del “bello e ben fatto”, incentiva un appuntamento come questo. «Il nostro obiettivo è potenziare l’individualità e l’artigianato e contrastare il fenomeno del fast fashion», spiega Stefan Siegel, fondatore della piattaforma online per lo scouting di nuovi talenti stilistici Not Just A Label.

 

Sotto le insegne di Origin Passion and Belief si tengono a Vicenza una serie di seminari, workshop, conferenze e fashion show. Tra gli eventi di maggior richiamo, la tavola rotonda inaugurale di oggi, 15 maggio, alle 10.30, sul “Futuro del lusso sostenibile”. Nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 la manifestazione sarà aperta anche al pubblico.

 

 

stats