ACCORDI

Decolla il numero dei viaggiatori cinesi a Milano. E Malpensa si attrezza

Un tappeto rosso per i cinesi. Sea, la società di gestione degli aereoporti di Milano, e la Fondazione Italia-Cina hanno firmato un memorandum of understanding per sviluppare il progetto "Chinese Friendly Airport", lanciato da Sea e finalizzato a trasformare l'incremento dei flussi di passeggeri cinesi a Malpensa in opportunità di business.

 

In base ai dati di Ambrosetti elaborati per Sea, nell'ultimo decennio i viaggiatori from China a livello mondiale sono notevolmente aumentati, passando dai 12 milioni del 2001 ai 70,25 milioni del 2011. Un incremento che ha contraddistinto anche la tratta Milano-Cina, con un traffico che negli ultimi quattro anni ha segnato un'impennata del 150%, passando da 269mila passeggeri diretti e indiretti nel 2008 ai 708mila del 2012. Nella fattispecie, l'anno scorso Malpensa ha visto transitare 222mila persone da e per Shanghai, 220mila da e per Hong Kong e 117mila da e per Pechino.

 

Anche lo scalo milanese, come sta avvenendo nei principali terminal europei, si sta dunque attrezzando ad accogliere i turisti cinesi, approntando servizi dedicati, come il supporto all'acquisto in madrelingua cinese e l'incentivazione dello shopping in aeroporto attraverso l'utilizzo della carta sconto "Fascination".

 

Non solo. A Malpensa il mandarino sarà di casa, grazie all'introduzione della segnaletica in lingua cinese e a una versione ad hoc delle app degli aeroporti di Milano (da fine ottobre) e del sito (entro il 2014).

 

Sea sta inoltre portando avanti trattative per intensificare tragitti e frequenze per i collegamenti tra Italia e Cina, attualmente gestiti con voli diretti da Malpensa da Air China e Cathy Pacific: nuovi contatti sono stati aperti con i vettori cinesiChina Southern, China Eastern e Hainan, al fine di sviluppare collegamenti verso ulteriori destinazioni.

 

Il progetto Chinese Friendly Airport è stato illustrato in occasione della presentazione dell'offerta formativa della Scuola di Formazione Permanente della Fondazione Italia-Cina (nella foto, il presidente della Fondazione Italia-Cina Cesare Romiti e il presidente di Sea, Pietro Modiano).

 

stats