ALLA LEOPOLDA

Pitti Immagine in scena con Taste a Firenze. Pensando a Milano

Sono 300, di cui 55 new entry, gli espositori a Taste. In viaggio con le diversità del gusto. L'appuntamento di Pitti Immagine dedicato al food è in programma da domani, 8 marzo, al 10 all'interno della Stazione Leopolda di Firenze e nell'adiacente area Alcatraz. Secondo indiscrezioni, l'ente toscano starebbe studiando un appuntamento simile a Milano, in vista dell'Expo 2015.

 

«Degustazioni, scoperte, acquisti ed eventi: tutto questo è Taste, salone-evento che porta alla ribalta le eccellenze del gusto, del food lifestyle e del design della tavola, nato dalla collaborazione con il "gastronauta" Davide Paolini» si legge in un comunicato. «Si tratta di un percorso nei sensi e nelle idee» chiarisce Agostino Poletto, vice direttore generale di Pitti Immagine, annunciando che il filo conduttore di questo nono appuntamento è la "Fabbrica del Gusto", un omaggio al lavoro quotidiano degli artigiani dell'alimentazione, sintetizzato nel progetto grafico del giornalista gastronomico e illustratore Gianluca Biscalchin e nell'allestimento curato da Alessandro Moradei.

 

Queste le tappe del "viaggio" di Taste: il percorso di degustazione "Taste Tour", per approfondire la conoscenza con le 300 realtà partecipanti; "Taste Tools", area dedicata a tutto quanto è utile a chi sta ai fornelli, dagli utensili (anche i più professionali), ai capi di abbigliamento, che si presenta in una veste rinnovata; "Taste Shop", negozio di cibi esclusivi, con oltre 1.700 prodotti in catalogo e più di 25mila pezzi venduti la scorsa stagione; "Taste Ring & Taste Events", arena cultural-gastronomica coordinata da Davide Paolini, con dibattiti, presentazioni, mostre e gare di cucina.

 

Da segnalare, inoltre, una speciale installazione firmata Richard Ginori 1735 (realtà fiorentina della porcellana di alta qualità, ora nell'orbita di Gucci), con circa 600 frammenti di piatti e altri oggetti che fluttuano in aria, in un'installazione progettata da Alessandro Moradei. E la quarta edizione di "King of Catering", l'unico premio nel nostro Paese per le migliori aziende italiane del catering e del banqueting.

 

Mentre Taste presidia la Leopolda e dintorni , con la prospettiva di ripetere o ritoccare al rialzo i risultati del 2013 (13.500 presenze, tra cui 3.500 addetti ai lavori, con un +38% di operatori esteri), tutta la città viene contagiata dalla food mania, grazie al programma "off schedule" FuoriDiTaste, articolato in cene e degustazioni a tema, spettacoli, performance e altre occasioni d'incontro.

 

Un'energia simile potrebbe essere replicata nella Milano che si avvicina a grandi passi all'Expo 2015? Sembra che i responsabili di Pitti Immagine (che già organizza nel capoluogo lombardo il salone del ready-to-wear e degli accessori Super, insieme a Fiera Milano) siano convinti di sì e circola la voce che potrebbero dare vita nel prossimo futuro a una trasferta all'insegna di "food & excellence" sotto la Madonnina.

 

stats