ARREDO E DESIGN

Il Salone del Mobile 2015 «miglior viatico possibile all’Expo». Milano pensa in grande

«Milano si proietta nel futuro: è questo il senso della location che abbiamo scelto per presentare la prossima edizione del Salone del Mobile» ha detto oggi, 10 febbraio, Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo, alla conferenza stampa di anticipazione del grande evento sul design di aprile (dal 14 al 19), tenutasi al 35esimo piano della Torre Allianz, progettata da Isozaki, nel nuovo quartiere di CityLife.

 

A giornalisti e addetti ai lavori mancava solo il caschetto da cantiere per accedere al grattacielo, ancora in fase di ultimazione. La vista della città dal 35esimo piano ha emozionato un po’ tutti e ha dato il senso della grandezza che Milano è ancora in grado di esprimere.

 

«I segnali di ottimismo, che si iniziano a intravvedere a livello generale, si sentono anche nel nostro settore - ha dichiarato Roberto Snaidero -. E, sebbene il mercato interno registri un -30% e ci sia il problema della Russia, l’export continua a dare soddisfazioni, soprattutto verso gli Stati Uniti, dove si riscontra un +10%».

 

Si è poi entrati nel vivo della 54esima edizione del Salone del Mobile, di scena nel quartiere fieristico di Rho, da martedì 14 a domenica 19 aprile. Qui si concentrano più di 2mila espositori su una superficie superiore ai 200mila metri quadri, per una mostra in grado di attrarre oltre 300mila visitatori, provenienti da più di 160 Paesi.

 

Oltre al Salone Internazionale del Mobile (strutturato nelle tre tipologie stilistiche di classico, moderno e design), al Salone del Complemento d’Arredo e al SaloneSatellite, quest’anno tornano le biennali Euroluce e SaloneUfficio, che cambia significativamente nome in Workplace 3.0.

 

L’architetto Michele De Lucchi ha presentato “La Passeggiata”, il suo lavoro-riflessione sugli spazi dedicati al lavoro, ospitato nei padiglioni di Workplace 3.0.

 

Il 2015 è l’Anno Internazionale della Luce, proclamato dall’Unesco, e un importante evento collaterale della manifestazione è dedicato al tema: l’installazione “Favilla. Ogni luce una voce”, racconto-ricerca sull’essenza della luce, a cura dell’architetto Attilio Stocchi, di scena in piazza San Fedele.

 

Tra le iniziative clou del prossimo Salone del Mobile anche il progetto “In Italy”, filmato-installazione-app, che ha per protagoniste 64 aziende italiane e che permette di esplorare cinque soluzioni - a Lecce, Milano, Roma, Venezia e nella Val d’Orcia - per altrettanti stili di interni.

 

Le fila dell’incontro sono state tirate dal sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che ha ricordato che il Salone del Mobile è tra i sostenitori dell’importante mostra dedicata a Leonardo da Vinci, la cui inaugurazione è il 15 aprile a Palazzo Reale, e che l’evento sul design, per la sua forza di attrazione internazionale e il modo in cui riesce a coinvolgere l’intera città, rappresenta il «miglior aperitivo possibile» all’Expo, che parte due settimane dopo. (nella foto, un rendering de "La passeggiata" di Michele De Lucchi)

 

 

stats