ARREDO E DESIGN

Ottimisti i protagonisti dell’arredo e del design alla vigilia del Salone del Mobile

«Siamo ottimisti: dai dati che abbiamo sarà una buona edizione del Salone del Mobile. Anche se l’Italia è ancora ferma, la sfida continuano a essere i mercati internazionali, dove c’è grande fermento e il motto che ci guida è far conoscere le nostre produzioni»: con queste parole Nino Anzani, presidente di AssoArredo e a.d. di Poliform, ha accolto imprenditori e giornalisti presso il nuovo ristorante La Mantia di piazza Risorgimento a Milano alla vigilia della grande kermesse sul design, in programma dal 14 al 19 aprile.

 

All’incontro ha preso la parola anche Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo e del Salone del Mobile, che ha ricordato che gli imprenditori italiani del mobile hanno presentato recentemente un documento con le dieci verità sulla competitività nel Paese e che la fiera a Rho sarà aperta quest’anno al pubblico sia sabato 18 che domenica 19 aprile.

 

Vittorio Livi, attivo in FederlegnoArredo, ha detto che il Salone del Mobile ha avuto il primato di crescere anche in anni di crisi come questi ultimi e che l’associazione sta lavorando all’istituzione di premi che dall’anno prossimo saranno finalizzati alla promozione del nostro sistema dell’arredo.

 

Gli award andranno a segnalare la showroom che si è distinta nel mondo nella valorizzazione del prodotto made in Italy, all’interior decorator del momento, all’azienda che utilizza tecnologie particolarmente innovative, a quella che si è distinta per la sua vision e, infine, ai giornalisti del settore.

 

La 54esima edizione della rassegna schiera 2.106 espositori e 700 giovani designer su 201.700 metri quadri espositivi, strutturandosi nel Salone Internazionale del Mobile, nel Salone del Complemento d’Arredo, nel SaloneSatellite e nelle biennali Euroluce (padiglioni 9-11 e 13-15) e Workplace3.0/SaloneUfficio (padiglioni 22-24).

 

Il Salone come sempre promuove grandi eventi in fiera e in città. Tra questi ricordiamo “Favilla. Ogni luce una voce”, racconto-ricerca sull’essenza della luce, a opera dell’architetto Attilio Stocchi, di scena in piazza San Fedele; “La passeggiata” di Michele De Lucchi, grande installazione che anima Workplace3.0; “In Italy” al padiglione 14, un progetto di Four in the Morning, a cura dell’architetto Dario Curatolo, protagoniste 64 aziende italiane e un gruppo selezionato di designer, progettisti e architetti, che si confrontano su cinque stili d’interno, attraverso un filmato, che diventa un’installazione e pure una App.

 

Il Salone del Mobile inoltre è tra i sostenitori della mostra “Leonardo da Vinci 1452-1519. Il disegno del mondo”, la più grande esposizione dedicata a Leonardo da Vinci mai realizzata in Italia, che apre al pubblico il 16 aprile a Palazzo Reale. (nella foto "Favilla", opera di Attilio Stocchi, di scena in piazza San Fedele)

 

 

stats