ARREDO

Il design made in Italy in trasferta nella capitale russa

Anche nel 2011 l’Italia si è confermata primo fornitore di mobili del mercato russo. Forti di questo risultato, le aziende del settore sono pronte a presentare i loro nuovi prodotti nell’ambito dell’ottava edizione dei Saloni WorldWide Mosca, in programma da domani e per quattro giorni al Crocus Expo-2.

 

Su una superficie espositiva netta di quasi 19mila metri quadri (+35% rispetto alla scorsa sessione), sono di scena 516 realtà (di cui 460 italiane e 56 del resto d’Europa) attive nei segmenti arredo, imbottiti, illuminazione, cucine, mobili da ufficio, arredo-bagno, complementi, tessile e rivestimenti.

 

Del resto, la Russia e gli altri Paesi di quest’area sono sempre più interessati al prodotto di qualità per l’interior design. Lo dimostra il fatto che i visitatori russi siano in costante ed esponenziale crescita anche all’evento principale di Cosmit, il Salone del Mobile di Milano, che si tiene ad aprile: si è passati infatti dai 5.945 del 2004 ai 15.751 del 2011 fino ai 21.596 di quest’anno.

 

 

stats