Alleanze

Fiera di Vicenza e Rimini Fiera: prove tecniche di integrazione

Fiera di Vicenza e Rimini Fiera hanno siglato una lettera d'intenti, con un accordo di esclusiva, per verificare la possibile integrazione delle due società. Obiettivo: creare un soggetto fieristico in grado di competere sui mercati internazionali, in vista della quotazione in Borsa.

 

«Grazie alle competenze e alla visione delle due parti, al loro portafoglio prodotti e alle performance reddituali - commenta Matteo Marzotto, presidente di Fiera di Vicenza (a sinistra, nella foto) - si potrebbe dare vita a una piattaforma di eccellenza: uno dei primissimi exhibition provider d’Italia, e senz’altro un player di valore internazionale, a dimostrazione che anche in Italia si può fare sistema».

 

«Pur considerando un plus le radici di Fiera di Vicenza e Rimini Fiera - ha aggiunto - verrebbero contestualmente e dinamicamente ampliati i confini di due territori per molti versi simili e da sempre attivi sul fronte della valorizzazione e dell’internazionalizzazione di intere filiere produttive del Made in Italy».

 

«Si mettono in campo i presupposti per un’operazione del tutto nuova nel settore fieristico - dichiara il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni (a destra, nella foto) -. Un’operazione che vede insieme due aziende sane e robuste, con ruoli distinti ma complementari e che scommettono sullo sviluppo di un progetto industriale, che coglie evidenti opportunità di mercato e che le porterà a importanti dimensioni e volumi societari».

 

Nata nel 1948, Fiera di Vicenza vanta un know-how in aree come l'oreficeria e la gioielleria, nonché nel settore lifestyle & innovation (caccia e settore armiero per uso civile e sportivo, pesca sportiva, attività outdoor e sport indoor, manualità creativa, arredamento, accessorio-moda, settore medico-farmaceutico, auto, moto e bici, settore religioso).

 

Nel 2015 il fatturato di Fiera di Vicenza ha raggiunto i 36,8 milioni di euro, in aumento del 14,5% rispetto al 2014. Le manifestazioni dedicate al segmento jewellery, in particolare, hanno apportato 23,8 milioni di euro di ricavi (+11,5%).

 

Rimini Fiera da oltre 60 anni è sede di manifestazioni ad alta specializzazione, presidiando aree come il food & beverage, il green, le tecnologie, l'entertainment, il turismo, i trasporti e il wellness.

 

stats