Altagamma Luxury Market Monitor/01

Nel 2017 il lusso metterà a segno un +5%. L'85% della crescita in mano agli under 35

Il settore dei beni personali di alta gamma quest'anno crescerà del 5%. Nei prossimi anni continuerà a progredire attorno al +4%. «Dopo un biennio di rallentamento, il lusso è tornato a salire - ha spiegato Claudia d'Arpizio, partner di Bain & Company - ed è una crescita sana, superiore alle nostre attese diffuse a maggio e generata all'85% da Millennials e Gen Z».

 

Questa è la previsione di Bain & Company diffusa durante il convegno organizzato da Fondazione Altagamma oggi, 25 ottobre. In totale, quest'anno i beni personali di lusso genereranno un giro d'affari attorno a 262 miliardi di euro, contro i 250 miliardi del 2016 e i 251 del 2015.

 

«Per la prima volta dopo molto tempo - prosegue D'Arpizio - l'incremento di questo mercato è decisamente più robusto, spinto dagli aumenti di volumi, piuttosto che dai prezzi e riacceso da un ritrovato equilibrio tra gli acquisti turistici e il consumo locale».


Per quanto rigurada il prossimo triennio la stima di Bain è di un incremento del settore del 4-5%, solo sei mesi fa si parlava di una crescita al 2020 del 3-4% annuo. «Ma questo - ricorda D'Arpizio - è un mercato che sempre più rispinde delle strategie dei singoli marchi, quindi crescerà chi sapra compiere le giuste scelte».

 

In questa fase di ritrovata crescita, i marchi che hanno visto crescere i ricavi quest'anno sono il 65% del totale, ma solo un terzo ha registrato anche un incremento dei profitti. «Per finanziare la crescita dei ricavi, le aziende devono sacrificare i margini e investestire più che sulla rete retail (capex) in attivita di marketing, branding, people (opex)», spiega D'Arpizio.

 

stats