Analisi

Nel Quadrilatero aumentano i turisti asiatici, ma calano i russi

Turisti russi in diminuzione, asiatici in crescita. Sono questi i dati sull'accoglienza a Milano presentati oggi, primo aprile da Global Blue. Nel mese di febbraio 2014 le presenze di turisti russi nell'area del Quadrilatero della moda sono calate del 6%, mentre quelle riguardanti nello specifico via della Spiga sono scese del 17%. In crescita invece il numero di turisti asiatici, in particolare cinesi.

 

«A febbraio è il primo dato negativo, probabilmente da ricollegare a quello che è successo in Russia in questo periodo», ha commentato Antonella Bertossi, marketing manager di Global Blue, che ha aggiunto: «Eravamo abituati ai russi, ma l'accoglienza fa la differenza soprattutto con turisti di nazionalità e culture più distanti dalla nostra come i cinesi».



Nonostante il recente calo i russi, assieme ai cinesi, restano in testa alla classifica delle nazionalità con il maggior livello di spesa per quel che riguarda il Quadrilatero. Da segnalare anche il dato del valore dello scontrino medio, che nel primo bimestre 2014 è cresciuto del 10% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, toccando quota 1.160 euro.

 

Secondo le stime di Global Blue, nel 2013 il Quadrilatero ha visto crescere le proprie vendite del 4%, con turisti russi e cinesi a trainare le vendite con scontrini medi sopra i mille euro. Il mercato tax free di Milano nel 2013 ha rappresentato il 35% della quota nazionale, ed è cresciuto del 6% rispetto al 2012.



Nel 2013 gli acquisti fatti nei negozi di via della Spiga hanno costituito il 39% della spesa tax free dei turisti russi e il 13% di quella dei cinesi. Negli ultimi 12 mesi il record dello scontrino più elevato è dei viaggiatori provenienti dall'Azerbaijian, sopra i 1.150 euro, seguiti dai cittadini del Qatar (1.540 euro) e dell'Arabia Saudita (1.400 euro).

 

stats