Analisi e previsioni

Usa: Thanksgiving un po' sottotono, attese positive dal Cyber Monday

 

Nei quattro giorni di vendite prenatalizie iniziati giovedì scorso, gli americani hanno speso 59,1 miliardi di dollari: secondo le stime della National Retail Federation (Nrf, la maggiore organizzazione mondiale di retailer) si tratta di un incremento del 13% rispetto a un anno fa, quando era stato messo a segno un +16%. Abbigliamento e accessori i più gettonati.

 

Nel lungo week end si sono dedicati alle promozioni 247 milioni di americani, dagli oltre 226 milioni del 2011. Quest'anno sono aumentati di oltre il 20% - da 29 a 35 milioni - gli shopper che hanno deciso di acquistare, nei negozi fisici e sul web, il giorno del Ringraziamento (nella foto, Santa Claus alla tradizionale parata di Macy's). Nel Black Friday, hanno invece fatto shopping 89 milioni di persone, dai precedenti 86 milioni. Dal report di Nrf si rileva inoltre che la maggior parte dei consumatori (57,7% dal precedente 51,4%) ha acquistato abbigliamento e accessori. Molto più esigua la quota di chi ha preferito gli articoli sportivi (13,9% da 12,1%) e i gioielli (15,2% da 13,8%).

 

Bisognerà attendere mercoledì per conoscere i risultati di Nrf sul Cyber Monday di oggi (il giorno dedicato agli acquisti online, che prevede speciali sconti da parte degli e-tailer). Lo shopping in Rete del Black Friday, secondo stime di ComScore, è aumentato del 26% rispetto al 2011, superando per la prima volta il miliardo di dollari. Nel Thanksgiving Day ha invece registrato un +32% a 633 milioni. In base alle previsioni di Shop.org by BIGinsight, 129,2 milioni di americani si dedicheranno ai regali via Internet oggi, dai 122,8 milioni di 12 mesi fa e dai 106,9 milioni del 2010.

Nei giorni scorsi, lo ricordiamo, la federazione dei retailer ha previsto che i ricavi dell'intera stagione di vendite natalizie saliranno del 4,1% negli Stati Uniti, a 586,1 miliardi di dollari.

 

 

stats