BERLINO

Bread&Butter pronto ad aprirsi al pubblico a partire da luglio 2014

Karl-Heinz Müller, a capo della fiera berlinese dello sportswear e della moda giovane Bread&Butter, vuole aprire il salone al pubblico generico, a partire dall’edizione di luglio 2014.

 

Una decisione motivata dal cambiamento in corso nella struttura del commercio per questo settore.

 

“Molti marchi mostrano sempre meno interesse nel presentarsi solo al classico canale wholesale - afferma Müller -. L’aumento delle catene verticalizzate, dei monobrand e degli shop online ha spostato progressivamente il focus di molti partecipanti verso l’ultimo anello della filiera distributiva”.

 

Nonostante questa considerazione, il fondatore di Bread&Butter ribadisce la centralità dei buyer nella strategia del salone, che si impegna a consolidare e rafforzare questo tipo di target.

 

In una lettera scritta ai media, Müller dice, tra le altre cose, che non trasferirà la manifestazione a Istanbul: voce, questa, circolata spesso tra gli addetti ai lavori. Bread&Butter rimarrà in Germania.

 

Tuttavia, il patron della fiera critica fortemente la piega che ha preso Berlino. Egli vede il pericolo che la città diventi una sede anonima di manifestazioni sulla moda, dopo che numerose organizzazioni e fiere, come Igedo Company con The Gallery, si sono insediate qui.

 

“In questo modo si è arrivati a una situazione di saturazione anche a Berlino”, commenta Müller. Si pesca tutti nello stesso stagno. “Quasi nessuno ha un profilo chiaro”, aggiunge. Con il suo nuovo concept, i cui dettagli saranno resi noti a breve, Karl-Heinz Müller pronostica di dover fare i conti con “un forte vento contrario”.

 

La nuova concezione di Bread&Butter debutterà nell’estate 2014 e precisamente dall’8 al 10 luglio.

 

 

stats