BERLINO

Müller (Bread&Butter): «Dal prossimo gennaio al via il Grand Slam»

Karl Heinz Müller, patron di Bread&Butter in corso in questi giorni a Berlino, ha annunciato che l’edizione invernale del salone sullo sportswear si terrà a Barcellona dall’8 al 10 gennaio, assumendo dunque il ruolo di “apripista” della stagione tra le manifestazioni della moda, in vantaggio anche su Pitti Immagine Uomo.

 

Ma le novità di Müller non si esauriscono qui. Confermata la sessione estiva a Berlino, nel 2015 Bread&Butter lancia un appuntamento a Seoul e pensa pure agli Stati Uniti.

 

L’edizione invernale di Barcellona si terrà come in passato nel quartiere fieristico della Fira de Barcelona ai piedi del Montjuïc, su una superficie di quasi 100mila metri quadri. Il Palau Nacional, uno degli edifici più belli della città, farà da sfondo al tradeshow for selected brand.

 

In estate Bread&Butter torna al Tempelhof di Berlino. Le date esatte non sono state comunicate. «Barcellona e Berlino sono le due “case” della rassegna e le città ideali per quanto riguarda il modern lifestye e la street culture - ha detto Karl Heinz Müller all’inagurazione della manifestazione, in corso fino a domani, 10 luglio, nell’ex aeroporto berlinese -. Nei prossimi anni la fiera si svolgerà veramente al motto di “always the sun” e creerà un link tra le due metropoli della moda».

 

Il 2015 vede anche lo sbarco di Bread&Butter in Asia. L’evento si terrà a Seoul dal 3 al 5 settembre. «La città è davvero giovane, moderna, affamata di stimoli e indipendente. Qui nascono e si affermano le mode legate allo street style. E soprattutto Seoul desidera una manifestazione come la nostra», ha dichiarato il fondatore di B&B. Il “memorandum” per lo sviluppo del salone in Corea e la collaborazione con il sindaco della città, Won Soon Park, è stato siglato il 2 maggio scorso. Una missione in loco, con le aziende interessate a esporre, è in programma il prossimo 12 settembre.

 

«Ora abbiamo le due migliori città europee del fashion dalla nostra parte e Seoul in Asia - ha concluso Müller -. Ci manca ancora una location per completare il “Grand Slam” e naturalmente stiamo lavorando in questa direzione: pensiamo a un appuntamento in America».

 

 

stats