BERLINO

Müller progetta il ritorno al Tempelhof già dalla prossima stagione. «Berlino ha bisogno di B & B»

Il positivo riscontro ottenuto dall’evento “Back to the Street” durante la fashion week di Berlino, ha convinto Karl-Heinz Müller a ritornare al Tempelhof per un nuovo corso di Bread & Butter, già a partire dalla prossima stagione (dal 2 al 4 luglio 2015).

 

Secondo il managing director della società di B & B, finita in amministrazione controllata, la mancanza del trade show si è fatta sentire nella capitale tedesca in questa tornata, soprattutto in termini di internazionalità dei visitatori.

 

“Back to the Street” ha ospitato 40 brand negli spazi della sede e dello store di B & B nella “Blue Yard”, il pop up concept avviato in collaborazione con Nudie, Denham & Edwin in Münzstrasse nel Mitte, ottenendo consensi e molti sostenitori: in un sondaggio online la grande maggioranza dei rappresentanti dell’industria e del trade ha votato a favore di un ritorno di B & B.

 

«La mancanza di B & B questa stagione ha fatto sorgere dubbi riguardo la rilevanza di Berlino come città della moda. Molti hanno paura di un indebolimento di questa location», scrive Karl-Heinz Müller in una nota inviata alla stampa.

 

Il contratto d’affitto con il Tempelhof sarebbe ancora valido e Müller e il suo team vogliono approfittarne per lavorare duro in vista all’appuntamento fissato dal 2 al 4 luglio. «Le sfide che deve affrontare l’industria della moda non possono certo essere risolte solo con un salone convenzionale - è convinto il patron di B & B -. Noi rimaniamo fedeli al nostro motto: “fun & profit”. L’obiettivo deve essere rafforzare l’appeal del brand e non solo “coprire” le sue necessità commerciali».

 

Il nuovo corso di B & B sarà carettarizzato da un concept chiaro, basato su target group. Ci sarà una “Design & Agents Area” per le agenzie, un programma di “Lean Management & Production” per concedere spazi a prezzi più bassi al metro quadro, aree chiaramente definite esclusivamente riservate ai trade visitor invitati (b2b) e aree definte “consumer” per le attività di marketing dei brand (b2c), eventi su larga scala come party, concerti e festival promossi da marchi e sponsor e, infine, l’inserimento di realtà del lifestyle a più vasto raggio.

 

«Questo tipo di progetto si adatta perfettamente a Berlino - conclude Karl-Heinz Müller -. Con le sue dimensioni e la sua struttura, l’aeroporto Tempelhof offre le condizioni ideali per il nuovo concept. La vasta area libera garantisce spazi praticamente illimitati per qualsiasi cosa si possa immaginare».

 

 

stats