BERLINO

Nel quadro in movimento dei saloni berlinesi si inserisce Panorama Berlin

Alla prossima edizione della Berlin Fashion Week esordirà finalmente il salone Panorama Berlin, dopo il rinvio della scorsa stagione. Dal 15 al 17 gennaio la nuova tappa per i buyer in arrivo nella capitale tedesca sarà l’ExpoCenter Airport dello scalo di Schönefeld, dove troveranno spazio oltre 200 brand di primo piano, tra cui Marc Cain, in grado di completare l’offerta moda della città.

 

Il quadro delle fiere berlinesi di abbigliamento e accessori appare dunque questa stagione ancora più ricco. Oltre al debutto di Panorama Berlin, l’importante polo rappresentato da Premium - che sempre dal 15 al 17 gennaio a Station Berlin schiera quasi 900 marchi e 1.400 collezioni di womenswear, menswear, sportswear, denim, accessori e calzature - compie dieci anni e intende festeggiarli degnamente. La sua è infatti una storia di successo: dagli esordi nel 2003 con una settantina di marchi presentati nell’atmosfera underground di un tunnel della metropolitana sotto Postdamer Platz al trade show di oggi, capace di unire alla qualità delle proposte lifestyle selezionate anche la forza d’attrazione dei grandi numeri.

 

Nel segno invece di un ritorno alle origini più vere, con un’accurata cernita dei marchi del denim, dello street e dello sportswear che si intendono rappresentare, va in scena nelle stesse date nell’ex aeroporto Tempelhof una nuova prova di Bread&Butter: saranno accolte approssimativamente solo 500 label per l’edizione di svolta battezzata “Big Time”, in seguito anche alle polemiche della scorsa estate sullo snaturarsi della manifestazione e al conseguente drastico cambio di strategia portato avanti da Karl-Heinz Müller.

 

Infine, tutto esaurito nella location del Cafe Moskau in Karl-Marx-Allee per la terza edizione di The Gallery Berlin. Qui, sotto l’egida di Igedo Company, saranno presentate una novantina di collezioni contemporary. (nella foto Daniel Hechter, tra gli espositori di Panorama Berlin)

 

 

stats