BERLINO

Una nuova, affascinante location per The Gallery Berlin: la Opernwerkstätten

Cambio di location per The Gallery Berlin. La fiera organizzata nella capitale da Igedo Company passa infatti dal Cafe Moskau in Karl-Marx-Allee a una nuova sede, particolarmente affascinante: la Opernwerkstätten, un opificio nel distretto di Berlin-Mitte, dove non molto tempo fa si realizzavano allestimenti e materiali di scena per l’opera.

 

“Questo luogo ha generato un immenso interesse - fa sapere la direttrice del progetto, Elke Sautter -. In manifestazione ci sarà un’atmosfera creativa unica: il concept è basato infatti sulla peculiarità di imbattersi in oggetti di scena direttamente dal laboratorio di attrezzature dell’ex Berlin State Theatre”.

 

In un ambiente del genere il salone promette di essere più diversificato e attrattivo che mai, grazie anche a un ricco programma di sfilate. I fashion show coinvolgono, ad esempio, il marchio tedesco Beate Heymann Street Couture, che festeggia il suo 20esimo anniversario il 3 luglio con un evento a mezzanotte, a cui sono attese celebrity. Anche lo stilista berlinese Peter O. Mahler celebra 20 anni nella moda, presentando la sua nuova collezione con un catwalk il 3 luglio alle 19.

 

Per la prima volta sfila inoltre una selezione di marchi dai Caraibi, che include Drenna Luna dalla Jamaica, Heather Jones e Meiling da Trinidad e Tobago, Fifth Element Design dalle Barbados e, infine, Oriett Domenech dalla Repubblica Dominicana, stilista, quest’ultima, che ha avuto modo di lavorare con Oscar de la Renta. Sulla passerella anche Catherine André dalla Francia, la label italiana Niù e Bitte Kai Rand, brand danese tra i più noti e di successo. Il salone è aperto fino a giovedì 4 luglio. (nella foto la nuova location della Opernwerkstätten)

 

 

stats