BILANCI

A Maredimoda Cannes +4% di visitatori

La 14esima edizione di Maredimoda Cannes chiude con un incremento di visitatori del 4%: 2.870 i buyer intervenuti alla rassegna internazionale dei tessuti europei per mare e intimo, che ha animato la Croisette dal 3 al 5 novembre.

 

Gli operatori, provenienti per lo più da Italia, Francia, Spagna, Inghilterra e Germania hanno visionato un centinaio di collezioni progettate per la primavera-estate 2017 secondo criteri di innovazione, esclusività e sostenibilità.

 

«È stata un’edizione che definirei sorprendente ed entusiasmante - ha commentato Marco Borioli, presidente di Maredimoda - che premia formula e vocazione del salone, da sempre paladino della creatività e della qualità made in Europe».

 

«Oggi - ha aggiunto - siamo l’unico vero punto di riferimento mondiale per il costume da bagno e un partner sempre più affidabile per tutte quelle aziende che rifuggono la massificazione e la banalizzazione».

 

Tema centrale della rassegna la sostenibilità, di cui si è ampiamente parlato in occasione del forum The Age of Responsibility, ma anche tra gli stand del Palais des Festivals, ribadendo la necessità che la sensibilità verso l'ambiente e la salute non si traduca solo in operazioni di greenwashing da parte del sistema moda.

 

Maredimoda ha ospitato come di consueto la fase finale del concorso The Link, riservato a fashion designer delle scuole europee, vinto da Florence Morris-Clarke dell'University of Arts London (per la categoria beachwear) e da Teresa Orecchio dell'Istituto Moda Burgo (per l'intimo), che svolgeranno uno stage presso Wgsn, network mondiale di trend forecasting e partner del salone.

 

stats