BILANCI

A Mipap 7mila operatori, di cui 3.165 buyer

7mila addetti ai lavori, tra i quali 3.165 compratori. E, di questi ultimi, 1.022 provenienti dall'estero: questi i numeri di Mipap, il salone dell'abbigliamento e degli accessori donna che ha chiuso i battenti ieri nel capoluogo lombardo.

 

Come sottolineano gli organizzatori di Fiera Milano, l'andamento positivo di questa edizione (con un'adesione sostanzialmente stabile rispetto a un anno fa) è stato sostenuto soprattutto dai Paesi dell’Est Europa quali Ucraina, Ungheria e Russia. Buone le performance da Nord Europa, Austria, Spagna e Svizzera. Ancora deboli, invece, Francia, Germania, Grecia e Stati Uniti.

"La nuova location di via Gattamelata - si legge in un comunicato - è stata promossa dagli operatori, dal punto di vista sia logistico, che espositivo: una migliore connessione alla città e la vicinanza con il nuovo salone Super, co-organizzato da Fiera Milano e Pitti Immagine, hanno velocizzato gli spostamenti e alimentato la permeabilità  tra le due rassegne". "Il layout e l’allestimento - prosegue la nota - hanno conferito a Mipap un’atmosfera rilassante, che ha agevolato gli scambi fra gli operatori".

 

Apprezzata anche la scelta di concentrarsi sui due settori "Stream" (dedicato alle collezioni di impronta informale) e "Iconic" (che ha invece acceso i riflettori sull'eleganza classica). "Anche per Mipap - ha commentato Marco Serioli, direttore exhibitions di Fiera Milano - è come se si fosse trattato di una prima edizione e il clima che si è respirato è stato positivo". "In futuro - ha anticipato - ci concentreremo ancor di più sul fronte internazionale, selezionando buyer alla ricerca di un prodotto dalla forte connotazione made in Italy”.

 

Fiera Milano ha riportato i commenti di alcuni retailer, tra cui Zulfia Speranskaya della boutique Signature di Yoshkarola in Russia centrale, che ha affermato di aver concluso diversi ordini e di aver puntato su capispalla, maglieria e accessori, espressione del gusto e della manifattura italiani. Dal Kazakistan è invece arrivata Angela Viliyeva, di Angel ad Almaty, che ha ribadito quanto l'italianità sia ricercata dai consumatori di questa nazione. "Visitare Mipap - ha concluso - è importante per rinnovare l'offerta alla clientela". Prossimo appuntamento con la kermesse dal 21 al 23 settembre.

 

 

stats