BILANCI

Milano Unica e Origin Passion and Beliefs chiudono con 6mila aziende visitatrici

«Le preoccupazioni della vigilia sono state fugate sia dalla soddisfacente partecipazione, sia dal gradimento di buyer ed espositori per la qualità delle novità in fiera»: così Ercole Botto Poala, presidente di Milano Unica, che in tandem con Origin Passion and Beliefs ha totalizzato 6mila aziende visitatrici. Un risultato stabile rispetto a un anno fa, «ma con un maggiore peso specifico».

 

Al termine della kermesse tessile, che per la prima volta si è svolta a Rho-Pero dopo anni trascorsi al Portello, l'imprenditore ricorda come i nuovi e più rigorosi criteri di selezione a inviti messi in atto dagli organizzatori non consentano un confronto diretto con l'edizione di un anno fa, «ma l'opinione largamente diffusa che ho raccolto è che la ricerca della qualità abbia premiato, anche sul piano della quantità di contatti avviati».

 

Concorda Massimo Mosiello, direttore generale di Milano Unica, che parla di «un esame superato». «Abbiamo saputo dare anche sul piano organizzativo - aggiunge - risposte adeguate alle esigenze dei nostri mondi di riferimento».

 

Ercole Botto Poala sottolinea l'impegno della manifestazione a proporsi non solo come salone, ma come aggregatore di stimoli culturali, attraverso  iniziative quali la presentazione di moodboard realizzati insieme agli stilisti, che ha offerto un colpo d'occhio "moda" d'impatto, insieme all'area tendenze.

 

La convivialità è stata assicurata dall'evento "On Air", dedicato alla Puglia, «la prima tappa di un tour che proseguirà in futuro con altre regioni italiane».

 

Intanto i vertici di Milano Unica si proiettano sulle prossime sfide, «perché dobbiamo tutti assumerci i necessari rischi per affrontare un mondo in rapida trasformazione. Siamo obbligati a cambiare e a intraprendere nuove strade, innovando ma anche mantenendo la maggiore unità possibile».

 

L'accenno è soprattutto alle date: è aperto il dibattito, focalizzato sull'opportunità o meno di modificarle radicalmente a partire dalla sessione che attualmente si tiene in settembre e che potrebbe essere anticipata a luglio, eliminando la mostra di preview Prima MU.

 

Protagonista a Rho durante la tre giorni dal 6 all'8 settembre è stato anche Origin Passion and Beliefs, la vetrina dedicata al "ben fatto" made in Italy, presentato da un centinaio di espositori, le cui prime due edizioni si sono svolte a Vicenza in sinergia con VicenzaOro.

 

Matteo Marzotto, presidente della Fiera di Vicenza, definisce la sinergia con Milano Unica «intelligente e vincente, perché ha permesso alla nostra "capsule" Origin Passion and Beliefs di implementare i servizi offerti alle aziende e di estendere la filiera per i buyer dell'alta moda».

 

Sia Botto Poala, sia Marzotto hanno ringraziato il ministero dello Sviluppo Economico, l'Ice, le associazioni di categoria e, nel caso di Marzotto, la Regione Veneto.

 

Il prossimo appuntamento con Milano Unica è previsto dal primo al 3 febbraio 2017.

 

stats