BILANCI

Pitti Bimbo: 5.300 i buyer, estero meglio dell'Italia

Sono stati 5.300 i compratori presenti all'85esima edizione di Pitti Bimbo, che ha chiuso i battenti sabato 24 giugno: una cifra leggermente inferiore a quella di un anno fa, anche a causa del -8% registrato sul fronte dei buyer italiani, mentre l'estero si è dimostrato piuttosto dinamico, ma non in tutte le aree. In complesso le presenze si sono aggirate sulle 10mila unità.

 

Tanti i buyer stranieri venuti a visionare le novità per la primavera-estate 2018 di 548 marchi, a loro volta contraddistinti da una forte vocazione internazionale. Si sono registrati picchi da Russia (+16%), Cina (+45%), Olanda (+25%), Ucraina (+24%) e Austria (+22%).

 

In crescita ancheGermania, Brasile, Portogallo e i Paesi dell’area mediorientale. Conferme da Francia e Stati Uniti, in flessione Spagna, Regno Unito, Turchia e Grecia.

 

La classifica dei primi 20 mercati di riferimento del salone vede ancora una volta in testa la Russia (207 buyer), seguita da Cina (181), Spagna (155), Germania (154), Olanda (107), Regno Unito (106), Francia (94), Ucraina (83), Belgio (72), Turchia (67), Grecia (54), Polonia (49), Austria (43), Stati Uniti (40), Libano (37), Giappone (36), Brasile (34), Portogallo (33), Emirati Arabi (32) e Svizzera (28).

 

Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine, ha sottolineato come l'atmosfera in Fortezza da Basso sia stata positiva, anche grazie a partecipazioni speciali, rientri e lanci ospitati a questa edizione, firmati tra gli altri da Dolce&Gabbana e Roberto Cavalli Junior, mentre anche fuori dalla sede espositiva il clima è stato frizzante, con eventi quali il lancio della linea junior di Emilio Pucci.

 

«Tanti giudizi positivi - ha precisato Napoleone - sono arrivati per i nuovi progetti e le sezioni dedicate alla ricerca e al lifestyle, che di stagione in stagione ampliano i confini dell’universo bambino» (nella foto di AKA Studio-Collective, il tema delle rassegne di Pitti "Boom, Pitti Blooms" declinato al salone del childrenswear).

 

stats