BILANCI

Première Vision Pluriel: visitatori in aumento del 5,8%

Gli organizzatori di Première Vision Pluriel, il salone tessile di scena nei giorni scorsi a Parigi, tracciano un bilancio positivo di questa edizione invernale, visitata da oltre 58mila addetti ai lavori, +5,8% rispetto all'analoga edizione 2012.

 

Gli espositori sono stati 1.742, suddivisi in varie rassegne complementari: Première Vision, Le Cuir à Paris, Expofil, Zoom by Fatex, ModAmont e Indigo. Nel caso specifico di Première Vision, vetrina dei tessuti, hanno partecipato 734 realtà, mentre a Expofil (fibre e filati) le aziende erano 42: insieme, queste due rassegne hanno totalizzato 44.139 presenze, in crescita del 3% e con un forte tasso di internazionalità (73%), nonostante il calo dei buyer cinesi (-23%) e brasiliani (-14%), dovuto rispettivamente al capodanno e al carnevale. Bene invece i giapponesi (+10%), gli americani (+14%) e, quasi a sorpresa, italiani (+11,9%) e spagnoli (+9,7%). Dalla Russia si è registrato un +10% e dai Paesi dell'Est in complesso un +10,3%. Exploit dell'India, con un +23%.

 

A Indigo, vetrina del design tessile e della creatività, sono intervenuti più di 14mila operatori (+1,58%), di cui il 75,2% da oltreconfine, mentre Le Cuir à Paris, che presenta le materie prime per i comparti pelle e pellicceria con quasi 350 exhibitor, sono state superate le 13mila unità (+6,5%). ModAmont, spazio dedicato agli accessori tessili, ha accolto 22.572 compratori (+4,5%), mentre non sono ancora disponibili i dati definitivi di chiusura di Zoom by Fatex (nella foto, panoramica di Première Vision, copyright Première Vision, foto F. Durand, S. Kossmann, K. Sparow).

 

 

 

stats