BILANCI

Sì Sposaitalia Collezioni chiude in crescita: «È solo l'inizio di un percorso»

Risultati positivi per Sì Sposaitalia Collezioni, che in questa edizione 2016 ha visto il numero dei compratori crescere del 6%, presentando il 10% in più di linee rispetto all'anno scorso.

 

Sono stati 7.766 i buyer che hanno visitato la manifestazione, di cui il 33% da oltreconfine (+4%). In particolare, il Giappone ha messo a segno un +20%, con 263 operatori, e hanno dato buoni riscontri anche i mercati statunitense, sudafricano, australiano, francese, tedesco e russo. Un Paese, quest'ultimo, che nonostante il momento critico che sta attraversando ha raddoppiato le presenze. Per la prima volta si sono visti in fiera anche compratori argentini.

 

Un contributo determinante alla riuscita della rassegna è stato dato da Ita-Ice (Italian Trade Agency), che ha supportato gli organizzatori di Fiera Milano nel lavoro di scouting di addetti ai lavori provenienti da nazioni con un elevato potenziale di investimento.

 

Alta l'attenzione dei media, con un +24% di giornalisti, che hanno seguito sia la parte espositiva, sia le sfilate.

 

Corrado Peraboni, a.d. di Fiera Milano, parla di un'edizione partita già con una significativa percentuale estera nell'offerta espositiva (41% sul totale dei marchi presentati), che ha confermato la vocazione internazionale con il +4% di ingressi stranieri.

 

«Ora - anticipa - guardiamo alla prossima edizione con un obiettivo, dare ancora più valore alle collezioni delle nostre aziende. Questo è solo l'inizio di un percorso che ci porterà a confermare la nostra eccellenza e a diventare il più importante appuntamento di riferimento nella mappa del bridal fashion mondiale».

 

stats