BILANCI

Super: visitatori in aumento del 18%

Secondo le stime elaborate ieri sera, 24 febbraio, al termine dell'ultima giornata di Super, il salone ha accolto 6mila compratori (di cui 1.200 dall'estero), +18% rispetto all'edizione di un anno fa, che aveva segnato l'esordio della manifestazione. 

 

Fra i retailer internazionali che hanno visitato la rassegna, organizzata da Pitti Immagine e Fiera Milano all'interno del Padiglione 3 di CityLife a Milano, un posto di rilievo è spettato a giapponesi, cinesi, coreani e operatori di Hong Kong. Buona anche l'affluenza di russi e turchi. In lieve calo le presenze europee ma la sorpresa è che, in controtendenza, sono tornati gli italiani, «un segnale che fa sperare in un cambio di rotta per la nostra economia», si legge in un comunicato.

 

Agostino Poletto, vice direttore generale di Pitti Immagine e responsabile del progetto, traccia un bilancio di questo terzo appuntamento: «Durante i tre giorni abbiamo ricevuto tanti feedback positivi da parte degli addetti ai lavori, che hanno dimostrato di apprezzare la selezione delle collezioni, per un totale di 235 brand». «Quello che ci ha fatto più piacere - aggiunge - è sapere che hanno trovato quello che cercavano in termini di qualità di prodotto, immagine, ricerca, creatività e che la visita a Super si è rivelata una vera "scouting experience", determinante per il loro lavoro».

 

Poletto sottolinea inoltre il successo dell'area Super Talents («Con 15 emergenti internazionali, selezionati in collaborazione con Sara Maino di Vogue Talents») e dell'installazione Super Heels del giovane shoe designer newyorkese Alejandro Ingelmo. «Un'ultima segnalazione - conclude - riguarda l'eco-sostenibilità, con le linee di moda, ma non solo, ospitate all'interno di The Green Closet, iniziativa promossa da UK Trade & Investment e dal Consolato Generale Britannico».

 

stats