Bilanci

TheMicam chiude in lieve calo, ma l'Italia rialza la testa

Si chiude con 32.112 visitatori, di cui 15.697 provenienti dall'estero TheMicam. Il salone ha registrato un lieve calo delle presenze riaspetto a un anno fa, quando all'appuntamento internazionale si erano presentati 33.372 compratori, di cui 17.606 dall'estero. I segnali positivi sono arrivati però dai buyer italiani con presenze superiori a quelle straniere e questo non accadeva da settembre 2011. Quasi dimezzati, invece, i russi.

 

«TheMicam ha mostrato ancora una volta la sua capacità di attirare gli operatori internazionali più importanti e di essere un appuntamento di riferimento per le tendenze moda calzatura, grazie anche alla novità delle sfilate che hanno rafforzato l’aspetto fashion e glamour», afferma Cleto Sagripanti, presidente di Assocalzaturifici.

 

L'appuntamento dedicato al fashion e al business calzaturiero ha registrato la presenza di importanti delegazioni dal Sud Est asiatico e l’aumento di visitatori dalla Spagna (nazione che si conferma al primo posto tra i visitatori della manifestazione) e dal Portogallo. I mercati dell’area russa mostrano, come previsto, grandi difficoltà, che hanno portato a un forte calo di visitatori russi e ucraini.

 

Oltre alle difficoltà di alcuni mercati internazionali, la manifestazione ha risentito anche della distanza temporale da altri eventi moda, come ad esempio Milano Moda Donna. «La priorità di The Micam e Assocalzaturifici - si legge in una nota diffusa dagli organizzatori - sarà di lavorare in sinergia con le altre manifestazioni fieristiche e con i principali appuntamenti fashion per armonizzare il calendario internazionale».

 

Il che fa pensare che il salone degli accessori stia studiando la possibilità di tornare ad avvicinarsi, a livello di date in calendario, con la fashion week donna, da cui oggi resta distaccato di sette giorni esatti.

 

 

stats