CALZATURE

Bilancio positivo per Expo Riva Schuh: +5,5% i visitatori

L’84esima edizione del salone della calzatura Expo Riva Schuh si è chiusa con un bilancio di 11.366 visitatori: il 5,5% in più rispetto a giugno 2014. 100 circa le nazioni di provenienza dei compratori, mentre delle 1.389 aziende partecipanti 350 erano italiane e 1.064 estere, da 40 Paesi. Alla fiera si è fatto il punto sui fattori di cambiamento del settore nei prossimi decenni.

 

In apertura di manifestazione si è tenuto il seminario “Il ruolo di Expo Riva Schuh nel panorama internazionale”, con l’intervento di Alberto Castro, docente all’Università Cattolica di Oporto e consulente di Apiccaps, associazione calzaturiera portoghese.

 

Il professore ha parlato degli scenari del comparto a livello intrenazionale, sottolineando la sempre maggiore importanza delle piattaforme di vendita online delle calzature e del ruolo della Cina, passata da “fabbrica del mondo” a nazione “delocalizzatrice” in altri Paesi asiatici, come Vietnam e Indonesia, ampliando e ridisegnando la mappa della produzione mondiale.

 

Sul fronte delle tendenze, la rassegna - che funge anche da preview sulle collezioni per la primavera-estate 2016 - ha decretato, per le calzature donna, il prevalere di modelli che uniscono al glam uno spirito più dolce e romantico, caratterizzato da inserti in pizzo, fiori ispirati ai bouquet e alla Provenza, lacci e fiocchi.

 

Nell’uomo si impone il free style da città, per un consumatore che vive negli spazi urbani ma sogna la libertà, la fantasia e il colore propri del tempo libero. Per le calzature junior le parole d’ordine sono comfort, sicurezza, stile e divertimento, con superfici brillanti per le bambine e tessuti denim, abbinati ai personaggi più amati dei cartoon, per i maschietti.

 

 

stats