CALZATURE

Gds: le difficoltà ci sono, ma la fiera funziona

Bilancio in parte condizionato dallo sciopero del personale di volo di Lufthansa quello della fiera della calzatura Gds di Düsseldorf, svoltasi dal 5 al 7 settembre scorsi. Nell’ultimo giorno di manifestazione la compagnia di bandiera tedesca ha cancellato 141 voli da e per la città renana, ostacolando non solo il viaggio di ritorno di molti operatori ma bloccando anche il flusso di presenze, a quota 22.500 visitatori.

 

Alla rassegna - a cui hanno partecipato 879 espositori provenienti da 38 Paesi, a cui si sono aggiunti i 360 della concomitante Global Shoes - non sono mancate le sfilate e gli eventi, cui hanno preso parte anche personaggi dello show biz tedesco, in grado di suscitare una discreta eco mediatica.

 

Sul fronte tendenze, la primavera-estate 2013 vede la supremazia delle sneaker, mentre a livello di propensione agli acquisti dei buyer si registra una decisa debolezza. Da un sondaggio effettuato in fiera, relativamente alle vendite della primavera-estate 2012, i negozianti hanno dichiarato che gli affari sono andati peggio dell’estate 2011 o al massimo come il 2011 e un terzo dei commercianti, a causa delle condizioni economiche attuali, ha in programma di ridurre il proprio volume di ordini per l’estate 2013. Nonostante ciò, il 69% dei buyer ha detto di aver emesso o di voler emettere un pre-ordine alla Gds, mentre alla fiera di marzo era stato solo il 65%.

 

 

stats