CALZATURE

Si ispira ai Caraibi l’edizione di Gds partita oggi a Düsseldorf

Con 800 espositori circa, impegnati a presentare le collezioni per la primavera-estate 2014, è partita oggi a Düsseldorf la fiera della calzatura Gds, corredata da Global Shoes, la parte sul sourcing per il settore, al via il giorno prima nello stesso quartiere fieristico, con 330 stand circa. Tra le new entry italiane al salone si segnalano Liu Jo Shoes e Luciano Padovan.

 

A livello internazionale, fanno il loro ingresso anche Talbot Runhof, Crisian & McCaffery e Whats More Alive Than You, come pure ritorna in manifestazione dopo una pausa il marchio Gerry Weber. Nell’area kidwalk festeggiano il loro esordio qui le griffe Stuart Weitzman e Michael Kors, ma anche i brand Pom D’Api e Gabor.

 

I Caraibi ispirano sia il Gds party, in programma domani alle 18 nell’area all’aperto tra i padiglioni 2 e 3, sia la sezione Design Attack, che al padiglione 3 riunisce un centinaio di giovani designer. Venerdì l’associazione calzaturiera portoghese Apiccaps presenta insieme alla Gds il “World Footwear Jahrbuch 2013”: un’opera di consultazione sul mercato globale della calzatura, con dati e statistiche sulla produzione e la vendita nei vari Paesi.

 

Come TheMicam e Mipel, anche Gds (con la sua appendice Gobal Shoes) ha deciso di rivoluzionare le proprie date per poter continuare a essere la “kick-off trade fair” per eccellenza, almeno per i Paesi di lingua tedesca.

 

Dalla seconda sessione del 2014 la rassegna, che tradizionalmente si svolgeva nella prima metà di settembre, ora si collocherà dal 30 luglio al primo agosto 2014, mentre dal 2015 verranno anticipate anche le date del primo appuntamento dell’anno, che passa dallo “slot” dal 12 al 14 marzo del 2014 al nuovo timing, fissato dal 4 al 6 febbraio 2015.

 

 

 

stats