CALZATURE

TheMicam tiene, grazie ai visitatori internazionali

TheMicam, la fiera della calzatura di qualità, ha chiuso i battenti oggi in Fiera Milano Rho con un bilancio di 35.389 visitatori totali, di cui 19.181 stranieri, provenienti da oltre 100 Paesi. Russia, area CSI, Francia e Far East le regioni più rappresentate a livello di compratori.

 

In sostanziale tenuta dunque il dato generale, considerato che all’edizione di marzo 2012 gli ingressi erano stati 36.049: il calo è stato nell’ordine dell’1,8%.

 

“Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti in questa sessione di TheMicam - ha dichiarato Cleto Sagripanti, presidente di Anci e del salone -. Coerentemente con la forte contrazione della domanda interna, abbiamo registrato una flessione delle presenze italiane, ma un aumento degli operatori stranieri”. La visita da parte dei rappresentanti delle più importanti insegne della distribuzione a livello mondiale, come Barneys, Isetan e Tsum, conferma la centralità di questo appuntamento per il sistema moda calzature.

 

In città TheMicamPoint, l’avamposto della fiera in piazza Liberty a Milano, ha registrato una forte partecipazione da parte del pubblico generico, interessato a scoprire il mondo della scarpa made in Italy, mentre durante l’esclusivo gala dinner “Mirror” di lunedì - organizzato in collaborazione con Vogue Accessory presso il Teatro Vetra - sono stati assegnati i TheMicamAward al miglior buyer italiano e straniero. Il premio è andato rispettivamente a Roberto Tassinari di Tassinari e a Roger Bromley di Russel & Bromley.

 

Il prossimo appuntamento con TheMicam è fissato dal 15 al 18 settembre. Ma a breve una selezione di aziende parteciperà anche alla prima edizione di TheMicamShanghai, di scena nella città della Cina dal 9 all’11 aprile: un’importante iniziativa per approcciare oppure rafforzare le posizioni sul mercato asiatico da parte delle realtà del comparto.

 

 

stats