DEBUTTI

Non solo investimenti all'estero: in vista un luxury brand "made in Qatar"

 

Oltre ad acquisire marchi del calibro di Valentino e a macinare investimenti negli ambiti più disparati, il Qatar è pronto a misurarsi con i big della moda lanciando Qela, un brand di alta gamma realizzato dal Qatar Luxury Group, di proprietà della Qatar Foundation. 

 

La notizia è rimbalzata su numerosi media al di qua e al di là dell'oceano, compreso l'Huffington Post, che ha raccolto la testimonianza di Caroline Guillon, marketing director della realtà dell'Emirato. "L'idea di creare un marchio fashion d'impatto internazionale non è di oggi", ha rivelato Guillon, ammettendo che la collezione è in via di definizione. "La prima cosa che ci interessa è, comunque, un buon posizionamento sul mercato locale" ha aggiunto la manager.

 

A rigor di logica, dunque, le strategie distributive dovrebbero avere come punto di partenza Doha. Sarebbero tuttavia già in corso ricerche per trovare location di prestigio nelle capitali mondiali del lusso: New York e Parigi in primis, ma anche Tokyo, Hong Kong, Singapore, Londra, Los Angeles e, naturalmente, Milano.

 

Riguardo al nome della label, la portavoce del Qatar Luxury Group non si è sbilanciata: si suppone che potrebbe essere Qela in quanto questo trademark, registrato nel 2009 dalla società relativamente a tessili e cosmetici, ha recentemente esteso il proprio raggio d'azione ad altre categorie merceologiche, compresi abbigliamento e scarpe. 

 

 

stats