EVENTI

Dal Lanificio Ermenegildo Zegna di Trivero parte l’educational program di Filo

Partito il progetto “Da FILO al capo finito”, un programma di educational day riservato alla stampa, voluto dagli organizzatori di Filo, la rassegna milanese dedicata a fibre e filati per la tessitura. La prima tappa a quota 700 metri sul livello del mare, per una visita allo storico Lanificio Ermenegildo Zegna di Trivero.

 

«Giornate di lavoro come questa vogliono essere un’eco della nostra manifestazione - afferma Paolo Monfermoso, responsabile di Filo, che l’ottobre scorso ha celebrato la 40esima edizione -. L’intento è quello di fare ciò che in fiera non si riesce, ossia approfondire la conoscenza con una parte della filiera, quella più a monte, che normalmente rimane in ombra. Replicheremo in primavera».

 

Il Lanificio Zegna è lo start ideale poiché centra in pieno il titolo dell’iniziativa. L’antica fabbrica, fondata nel 1910 da Ermenegildo, è ancora oggi la solida base di una fra le più note realtà imprenditoriali biellesi e italiane, che nel tempo ha esteso il proprio raggio d’azione sull’intera filiera, dal filato al retail.

 

Qui nascono i cashmere da favola, che hanno vestito pure Bill Clinton, le lane e i mohair con le quali si confezionano abiti e accessori tessili distribuiti nel mondo intero, anche attraverso una rete di circa 575 monomarca. Da fuori arrivano solo le fibre, a tutto il resto pensa l’esperienza di operai e operaie che si tramandano la competenza artigianale di generazione in generazione.

 

Il ciclo produttivo è in effetti completo: si parte dalla selezione delle materie prime alla filatura cardata e pettinata, e si procede con orditura, tessitura e finissaggio. Nei reparti convivono macchine di ultima generazione e telai storici, che forniscono 2 milioni di metri di tessuto pregiato all’anno, un terzo dei quali viene assorbito dal gruppo, mentre i restanti vanno a sartorie e confezionisti di altissimo livello.

 

In tutto si producono 6mila varianti, ma solo su ordinazione, con tempi di consegna di tre mesi. L’attività del lanificio rappresenta il 5-6% del fatturato complessivo del gruppo, risultato pari a 1,261 miliardi di euro nel 2012.

 

 

stats