EX URSS

Sospesa Shoes From Italy di Kiev, si attende il test dalle prossime fiere

Mentre è in corso (dal 13 al 15 marzo) la quinta trasferta ad Almaty delle aziende italiane della moda coordinate da Emi, nell’ex Urss è scattato il conto alla rovescia per un appuntamento sulle calzature di primaria importanza: Obuv’ Mir Kozi, a Mosca dal 18 al 21 marzo. Cancellata Shoes From Italy a Kiev, si punta sull'evento omonimo di Almaty.

 

«Per le imprese italiane il congelamento della mostra di Kiev rappresenta certamente un problema e un pesante rallentamento nel consolidamento del business nella nazione - spiega Ronny Bigioni, coordinatore del Laboratorio Russia di Assocalzaturifici -. Per questo l’associazione ha deciso di sostenere le aziende con un’attività di incoming dedicata proprio ai compratori ucraini in occasione di Shoes from Italy Almaty, altra fiera organizzata in partnership con Ita-Italian Trade Agency, in programma nella capitale kazaka dal 2 al 4 aprile».

 

«In attesa dell’appuntamento di Almaty, il vero banco di prova sarà comunque Obuv’ Mir Kozi - precisa Cleto Sagripanti, presidente di Assocalzaturifici -. Un momento cruciale anche per recuperare il calo di affluenza di operatori russi registrato al recente theMicam di Milano, sia a causa della crisi ucraina, sia in conseguenza della svalutazione del rublo sull’euro, che inciderà inevitabilmente sugli scambi commerciali».

 

Le preoccupazioni sulla situazione nell’area ex sovietica sono confermate, peraltro, dal dato tendenziale relativo al bimestre ottobre-novembre 2013, che vede una flessione del 7,6% in volume e solo un +1,4% in valore nell’export di calzature verso la Russia rispetto all’analogo periodo del 2012.

 

Quanto alle esportazioni di moda italiana in generale verso il Kazakistan, secondo i dati di Smi, sono progredite del 12% nei primi nove mesi del 2013. Non si hanno dati sull’ultima parte dell’anno ed è quindi particolarmente importante per le aziende della Penisola partecipare alla collettiva Italian Fashion, promossa da Ente Moda Italia all’interno di Central Asia Fashion di Almaty: all’evento in corso partecipano 51 marchi del made in Italy (erano 37 all’edizione di marzo di un anno fa), tra cui numerosi brand di moda bimbo.

 

 

stats