Estate 2016

Saldi a Milano: partenza in leggera crescita, +1%, nonostante l’acquazzone

Secondo le prime rivelazioni effettuate da FederModaMilano (Confcommercio Milano) i saldi estivi nella capitale della moda italiana sono partiti con un leggero incremento, +1%, rispetto alla scorsa stagione calda. Lo scontrino medio si è attestato sugli 83 euro.

 

Dall’indagine svolta dalla più importante associazione di negozianti di abbigliamento e accessori sull’avvio dei ribassi ufficiali a Milano emerge che il 64% degli operatori interpellati ha riscontrato sabato, 2 luglio, un andamento stabile o leggermente positivo delle vendite a prezzi scontati. Performance che dovrebbe essersi mantenuta in linea anche ieri, domenica 3 luglio.

 

«La prima giornata, “spezzata” dal maltempo, ha mostrato risultati altalenanti - commenta Renato Borghi, presidente di FederModaMilano e di Federazione Moda Italia e vice presidente di Confcommercio -. Il segnale è comunque moderatamente positivo, anche in considerazione del raffronto con lo scorso anno in pieno periodo di Expo».

 

«Ribadiamo la nostra fiducia - aggiunge Borghi -. I consumatori hanno ottime opportunità d’acquisto con questi saldi estivi».

 

Qualche indicazione positiva arriva anche da punti vendita non in centro o nei maggiori assi commerciali, mentre si registra un andamento meno soddisfacente nei negozi all’interno degli shopping center.

 

Tra i prodotti più richiesti: sandali, camiceria, T-shirt, pantaloni, maglieria, jeans, costumi, abbigliamento mare, calzature per il tempo libero e valige, oltre nello specifico a abiti e borsette per la donna, capispalla per l’uomo e scarpe per il bimbo.

 

stats