Eyewear

Anfao: l'export dell'occhialeria italiana cresce del 3,6%

In concomitanza con la partenza, a Parigi, del salone dell'occhialeria Silmo, Anfao pubblica il trend semestrale delle esportazioni dell'eyewear italiano. Il valore è aumentato del 3,6%, confermando la tendenza di fine 2016.

 

In accelerazione soprattutto l'export di montature da vista, salito del 4,3%, mentre gli occhiali da sole hanno realizzato un +3,2%.

 

«In un momento economico generale che pare aver superato definitivamente la crisi - commenta Giovanni Vitaloni, presidente dell'associazione dei produttori italiani di occhiali -  l'occhialeria cresce meno rispetto ad altri settori. Ciò è spiegabile col fatto che noi abbiamo reagito meglio e prima alla crisi. Abbiamo alle spalle anni positivi, con tassi di incremento delle esportazioni davvero importanti (a doppia cifra), tassi che ora chiaramente sono più difficili da sostenere».

 

Tra i maggiori clienti spiccano America (+8,8%) ed Europa (+4,2%), che rappresentano l'80% del mercato estero delle montature italiane, mentre l'Asia ha ridotto gli acquisti (-5,7%).

 

Per quanto riguarda l'area europea, le esportazioni sono aumentate in Germania (+3%), Spagna (+3%), Paesi Bassi (+8,3%), Portogallo (+21%) e Belgio (+6,4%). In discesa la domanda in Regno Unito (-4,5%) e Francia (-0,5%). A Est emergono il +20% della Polonia e il +18% della Croazia.

 

Recuperi importanti in Cina e Russia (+35,6% e +37%).

 

Il mercato interno ancora non brilla: in base alle statistiche di Anfao, ha registrato solo un +1% semestrale (nella foto, occhiali Moschino prodotti da Safilo alla recente sfilata della griffe).

 

stats