FILATI E FIBRE

Filo si presenta a Milano, dopo Biella e prima di Prato

Presentata ieri, 21 giugno, a Milano la 46esima edizione del salone dei filati e delle fibre Filo, in calendario il 28 e il 29 settembre a Palazzo delle Stelline di corso Magenta. Oltre ad alcuni dettagli sulla manifestazione, sono state comunicate le proposte sviluppo prodotto, elaborate per la fiera da Gianni Bologna, che questa stagione si è focalizzato sul concetto di “Luxury Revolution”.

 

«Si tratta di un’evoluzione dell’idea di lusso che punta sull’innovazione - ha detto il responsabile creatività e stile di Filo -, ma fondando la ricerca del nuovo sulle solide basi dell’industria tessile italiana, a partire da quegli archivi aziendali che sono un vero e proprio patrimonio del made in Italy».

 

«Inoltre, sarebbe meglio non parlare di lusso ma di lussi, al plurale - ha detto Bologna - poiché, come ogni altra manifestazione della moderna socialità, le sfaccettature introdotte dall’iper-comunicazione sono infinite anche in questo contesto».

 

Grazie alle immagini e alla musica racchiusi in un video Bologna ha illustrato quattro macro temi: il teatro del lusso, il lusso per caso, lo strafare e il lusso al futuro. Disponibili anche le cartelle colori relative alla nuova stagione.

 

Paolo Monfermoso, responsabile di Filo, ha sottolineato come dopo diversi anni si è tornati a presentare il salone anche a Prato (domani, 23 giugno, alle 14.30 presso Confindustria Toscana Nord), oltre che a Biella e a Milano.

 

«A settembre confermiamo la formula della scorsa stagione con un workshop organizzato insieme a Ice, dal titolo “Sul filo del design” - ha spiegato Monfermoso -. Ci sarà, inoltre, una mostra degli archivi storici delle aziende di Biella, per sottolineare quanto sia importante ripescare dal passato e valorizzare il patrimonio del saper fare del tessile italiano».

 

Monfermoso ha anche ricordato ai rappresentanti delle aziende espositrici che è possibile segnalare i buyer che si vorrebbero invitare in manifestazione: grazie alla collaborazione con Ice è possibile infatti incentivare l’arrivo di delegazioni di compratori che si desiderano approcciare, in un ottica di servizio e vicinanza alle imprese.

 

 

 

 

stats