IN GERMANIA

OutDoor celebra la 20esima edizione sul Lago di Costanza

La community del settore si ritrova oggi a Friedrichshafen, città sulla sponda Nord del Lago di Costanza, per la 20esima edizione del salone OutDoor. Alla fiera, on stage fino al 14 luglio, sono presenti 913 espositori provenienti da 42 Paesi.

 

In questo ventennio, sottolineano gli organizzatori, la manifestazione si è trasformata da piccola rassegna di lingua tedesca, con appena 231 aziende partecipanti nel 1994, a piattaforma internazionale e punto di riferimento per un comparto che oggi dà voce al desiderio di uno stile di vita sano, improntato al movimento e alla vita all'aria aperta e appannaggio di un pubblico di estimatori sempre più ampio.

 

All'appuntamento sono presenti numerose novità, con creazioni finalizzate ad allargare il circuito di aficionados di abbigliamento outdoor e, nel contempo, in versione sempre più green-oriented.

 

Ne sono un esempio i capispalla "Asta Aino Armi" di Finkid, oppure le giacche di Mamalila, tutti rivolti alle mamme e alle future mamme, grazie a soluzioni che si adeguano al pancione e che possono poi essere indossate con il bébé.

 

Ma anche, in linea con la filosofia eco-friendly, il piumino "North" della tedesca Yeti, composto interamente da nylon ricavato da fibre vegetali, oppure la "TX Zupalite Jacket" di Adidas Outdoor, che vanta il fatto di non essere stata sottoposta a procedimenti di coloratura, con un risparmio di acqua, energia e sostanze chimiche.

 

Alla quattro giorni di Friedrichshafen sono attesi circa 20mila espositori, che a margine della kermesse potranno usufruire anche di un fitto programma di iniziative.

 

stats