In Italia

Confcommercio: il 2015 primo anno positivo per i consumi dal 2009

Nel 2015 l'indicatore dei consumi di Confcommercio (Icc) è cresciuto dell'1,6%, registrando il primo segno più dopo otto anni. A dicembre l'Icc è rimasto stabile rispetto al mese precedente ed è cresciuto dell'1,7% rispetto allo stesso mese del 2014. Abbigliamento e calzature a +1.4%.

 

Come si legge nella nota diffusa da Confcommercio, «la crescita tendenziale dell'Icc riflette l'andamento positivo sia della domanda relativa ai servizi (+1,5%), sia di quella per i beni (+1,8%). Positiva in particolare, come nei mesi precedenti, la domanda di beni e servizi per la mobilità (+8,1%)».

 

Aumenti più contenuti, in linea con i risultati del mese precedente, per la spesa per gli alberghi e pasti e per i consumi fuori casa (+1,7%), per l'abbigliamento e le calzature (+1,4%), per i beni e servizi ricreativi (+1,0%) e per i beni e servizi per le comunicazioni (+1,0%).

 

Pe il mese di febbraio 2016 l'Ufficio Studi Confcommercio stima, rispetto a gennaio, una variazione nulla grazie soprattutto alla flessione dei prezzi degli energetici.

 

stats