Iniziative

Per gli special project, Pitti guarda sempre più oltrefrontiera

La vocazione internazionale della manifestazione vede gli organizzatori sempre più impegnati a proporre progetti che guardano fuori dall’Italia. Focus su Saks Fifth Avenue, Isetan Shinjuku-Tokyo e sulla guest nation, che questa volta è l'Africa.

 

Da non perdere, all’edizione numero 88, il progetto promosso da Saks Fifth Avenue in collaborazione con Agenzia Ice di New York, che celebra l’Italian Sartorial Style con la promozione di alcuni marchi italiani, molti dei quali presenti a Pitti Uomo.

 

Per tre settimane, a partire dal 21 giugno, sei vetrine del flagship store di New York e quelle dei 39 store dell’insegna negli Usa saranno dedicate all’iniziativa.

 

E torna in scena anche Born in the Usa (nella foto), l'iniziativa che porta in Fortezza un pool di marchi nati e prodotti negli Stati Uniti: realtà che spaziano dal classico allo sportswear.

 

Dal Giappone, Isetan Shinjuku-Tokyo rinnova per la quinta edizione il progetto che dà ai suoi clienti la possibilità di fare pre-ordini in esclusiva di una selezione di brand di Pitti Uomo.

 

È l’Africa infine la Guest Nation, con una sfilata realizzata in collaborazione con Ethical Fashion Initiative, per promuovere i giovani designer del continente. Sotto i riflettori, le collezioni di Dent de Man, MaXhosa by Laduma, Orange Culture e Projecto Mental.

 

stats