LOCATION

Pace fatta tra Pitti Immagine e Firenze Fiera. Rimane il nodo della Leopolda

Dopo lettere di fuoco e una trattativa articolata e complessa, i vertici di Pitti Immagine e Firenze Fiera hanno trovato l’intesa che mette al riparo da preoccupazioni la prossima edizione di Pitti Immagine Uomo. Ma c’è di più. Il presidente della Camera di Commercio di Firenze, Leonardo Bassilichi, ha proposto di fondere in futuro le due realtà.

 

Perché questo avvenga naturalmente ci vorrà del tempo. Quello che emerge ora è la rinnovata intesa tra Firenze Fiera e Pitti Immagine che hanno superato le devergenze in merito a punti quali i livelli e le condizioni di affitto da parte di Pitti, gli investimenti anticipati della società guidata da Raffaello Napoleone per supplire all’abbattimento dei padiglioni temporanei decisi dal Comune e, infine, la valutazione dei futuri disagi e le modalità operative per i cantieri dei nuovi lavori di ristrutturazione della Fortezza da Basso.

 

Andrea Cavicchi, neo presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana (a cui Pitti Immagine fa capo), ha espresso soddisfazione per il raggiungimento dell’accordo e la pace finalmente fatta.

 

Per Pitti Immagine rimane tuttavia sul campo il nodo della Stazione Leopolda, altra location fiorentina utilzzata per alcuni dei suoi saloni, ufficialmente in vendita all’asta da parte di una società immobiliare delle Ferrovie.

 

 

stats