MODA&ETICA

Talco apre le porte al progetto sociale Made in Carcere

Talco ospiterà presso i propri punti vendita italiani un piccolo espositore con tanti accessori colorati. Si tratta dei braccialetti "salvataggio e passaparola" di Made in Carcere, frutto del lavoro di donne detenute: un progetto nato nel 2008 nelle carceri di massima sicurezza di Lecce e Trani.

 

I monili sono realizzati con rimanenze di magazzino, scarti, campionari e materiali di recupero messi a disposizione da diverse aziende italiane sensibili all'iniziativa. Multicolor e portatori di messaggi sociali (anche personalizzabili), i braccialetti hanno l'obiettivo principale di diffondere la filosofia della "seconda opportunità" per le donne in carcere e della "doppia vita" per i tessuti, unendo i concetti di etica e di estetica.

 

 

“Si tratta di un messaggio di speranza, di concretezza e di solidarietà, ma anche di libertà e di rispetto per l'ambiente - ha sottolineato Manuela Nardoni, titolare del marchio Talco - che abbiamo deciso di portare avanti grazie a una consolidata amicizia con Luciana Delle Donne, fondatrice di Made in Carcere, e che vogliamo condividere nel tempo con le altre nostre amiche e clienti, credendo fortemente in un mondo in cui tutti hanno diritto a una seconda possibilità”.

 

Il brand di womenswear sosterrà l'iniziativa solidale offrendo inoltre, nel caso di un acquisto superiore ai 100 euro e fino a esaurimento scorte, delle shopper bag extra large, realizzate anch'esse con stoffe di recupero nei laboratori sartoriali presenti in alcuni istituti penitenziari.

 

stats