Milano Moda Donna

Super: conferme dall'estero, calano i compratori italiani

Performance positive da Russia (+30%), Stati Uniti (+20%), Giappone (+10% di negozi presenti), Spagna, Ucraina e Svezia, qualche flessione da Regno Unito, Cina e Corea e un calo del 10% dei compratori italiani, che rappresentano l'80% delle presenze alla manifestazione: l'11esima edizione di Super ha registrato in totale circa 4.700 visitatori, in calo rispetto ai 5.100 del febbraio 2017. Gli organizzatori: «Siamo allineati con l'andamento generale della fashion week».

 

La top 15 dei mercati esteri di riferimento vede il Giappone in testa, seguito da Germania, Spagna, Russia, Grecia, Svizzera, Francia, Stati Uniti, Belgio, Cina, Austria, Regno Unito, Corea, Ucraina e Svezia, per un totale di 50 Paesi presenti alla manifestazione, svoltasi dal 24 al 26 febbraio con un totale di 144 collezioni esposte.

 

Come ha sottolineato Raffaello Napoleone, amministratore delegato diPitti Immagine: «Super conferma le caratteristiche del suo format espositivo. Ricerca, grande selezione, qualità e concretezza di prodotto, anteprime, talenti emergenti e scenari futuri, sono le parole ricorrenti nei giudizi che abbiamo raccolto in questi giorni, tra i buyer internazionali arrivati al salone».

 

E ha proseguito: «Sul fronte dei compratori siamo allineati con quello che ci risulta essere l’andamento generale della settimana della moda milanese: i compratori esteri hanno risposto bene, confermando i loro livelli e soprattutto la qualità delle presenze, con alcune delle insegne più importanti del retail internazionale, i department store e diversi player dell’e-commerce. Per quanto riguarda l’Italia ci aspettavamo un calo, per le difficoltà oggettive nei consumi del Paese e per la profonda evoluzione che sta vivendo il nostro retail moda; in aggiunta è arrivato anche il meteo a fare la sua parte, rendendo più difficile la logistica dei trasporti nazionali».

 

stats