Moda contemporary

White: 180 marchi e oltre 20 happening nell'edizione di giugno

Nelle giornate dal 16 al 18 giugno White Man & Woman fa il tutto esaurito di brand tra le location di Tortona 27 e Tortona 54, grazie anche al debutto del nuovo progetto White Street Market, negli spazi dell'ex Ansaldo-Base.

 

Saranno 180 in totale, le label presenti, il 60% delle quali estere, su una superficie di oltre 12mila metri quadrati, nel fashion district di via Tortona.

 

Special guest dell'edizione estiva è il menswear di Matthew Miller, già vincitore del Woolmark Prize per il menswear nell'edizione 2017/2018. Abasi Rosborough - marchio ideato dal duo Abdul Abasi e Greg Rosborough, il primo di origine nigeriana, il secondo scozzese - è lo special designer, mentre Sagittaire A, che nasce come collettivo di creativi operanti tra Parigi e la Cina, è stato scelto come special project. Il marchio di luxury lifestyle Ih Nom Uh Nit avrà un'area dedicata e sarà protagonista di un evento, inserito nel calendario di Milano Moda Uomo.

 

Inoltre il salone continua a puntare sulle collezioni donna, tanto da avere ideato un layout ad hoc per lo spazio Only Woman. Tra i nomi da tenere d'occhio gli organizzatori di M. Seventy elencano Scrambled-ego, Xuan Paris, Leoca Maison Parisienne e, tra gli italiani, Salvatore Vignola. Per quanto riguarda  i marchi che presentano uomo+donna, si segnalano Thom Krom, Art Comes First, Alexander Roys, Hi On Life e Mc Ritchie.

 

Come emerso alla conferenza stampa di oggi, 30 maggio, a Milano, lo sviluppo di White, con Superstudio ed ex Ansaldo al completo, si deve anche alla nuova iniziativa White Street Market, tra business e happening aperto alla città, che si focalizza sullo streetwear (nella foto, da sinistra, Brenda Bellei, ceo di White-WSM, il designer Matthew Miller, Cristina Tajani, assessore Moda del Comune di Milano, Massimiliano Bizzi, presidente di White-WSM e Paolo Ruffato, managing director di Probeat, che ha collaborato alla realizzazione di White Street Market).

 

 

e.f.
stats