Moda donna e uomo

Modaprima: lieve calo di presenze, «ma qualità e internazionalità forti»

L’edizione numero 79 di Modaprima si è conclusa alla Stazione Leopolda di Firenze domenica 22 novembre con un bilancio di più di 1.700 i compratori, in lieve diminuzione rispetto alle presenze della precedente edizione invernale (erano stati quasi 1.800 i buyer nel novembre 2014). Di questi, poco meno di 800 sono arrivati dall’estero, in rappresentanza di oltre 50 Paesi. Sotto i riflettori 150 collezioni per la media e la grande distribuzione.

 

Le migliori performance internazionali le hanno messe a segno i buyer da Russia, Spagna, Olanda, Gran Bretagna, Hong Kong, Messico e dalle Repubbliche Baltiche, in particolare Lituania ed Estonia. Lieve flessione per le presenze italiane, «che nel complesso - sottolineano gli organizzatori -  hanno comunque espresso un alto livello di qualità».

 

Nella classifica delle prime 15 nazioni di riferimento sempre in testa il Giappone, seguito da Spagna, Russia, Portogallo, Turchia, Belgio, Olanda, Francia, Grecia, Gran Bretagna, Hong Kong, Lituania, Austria, Irlanda e Germania.

 

«La moda italiana pensata e prodotta per la grande distribuzione si dà appuntamento ogni sei mesi a Firenze, per presentare le novità al pubblico internazionale, e lo è stato anche stavolta - commenta Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine -. Certo, lo scenario dei mercati esteri vive una fase complessa, con aree più reattive e altre in maggiore difficoltà, con fattori di criticità che sono conseguenza anche dei recenti accadimenti della politica internazionale. In questi giorni alla Leopolda i nostri espositori hanno comunque incontrato operatori del settore di alto profilo, arrivati a Firenze con grande motivazione e concretezza per la prossima stagione. Apprezzata la novità della sezione Accessories».

 

 

stats