NEL 2013

Arredo: boom di ristrutturazioni grazie al bonus

Risultati oltre le aspettative per i bonus legati alla ristrutturazione edilizia e al risparmio energetico. Secondo uno studio Cresme/Servizio Studi della Camera dei Deputati, per ristrutturare le proprie abitazioni nel 2013 gli italiani hanno speso oltre 28 miliardi di euro, di cui 4,8 miliardi di Iva versati allo Stato.

 

Un boom che sembra destinato a non arrestarsi: il primo bimestre del 2014 ha registrato un'altra impennata dei lavori di recupero, con 5,7 miliardi di euro al netto di Iva, in crescita del 54% rispetto ai primi due mesi di un anno fa.

 

Positivi anche i risultati del Bonus Mobili, legato alle ristrutturazioni, che secondo le stime del Centro Studi Cosmit/FederlegnoArredo nel 2014 incentiverà gli acquisti per circa 900 milioni di euro. Un elemento fondamentale per la ripresa dei consumi interni, che a oggi ha già garantito il recupero di quasi due punti di Pil, come ha più volte sottolineato in questi giorni il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi.

 

«Alla luce di questi importanti risultati siamo fiduciosi nella conversione in legge del decreto n. 47 sulle misure urgenti per l’emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015, in esame proprio in queste ore presso le Commissioni riunite Lavori Pubblici e Ambiente del Senato», sottolinea Roberto Snaidero, presidente FederlegnoArredo (nella foto). «Per quanto il bonus non venga trattato esplicitamente in nessun articolo del decreto - aggiunge - riteniamo che le criticità in esso affrontate rappresentino al momento l’unica preziosa occasione per poter salvaguardare una misura dalla quale dipende la sorte di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie».

 

stats