Nomine

Alberto Bonisoli: dalla formazione di moda al ministero dei Beni Culturali

Moda, design e formazione sono le competenze di Alberto Bonisoli, l'uomo scelto dal neo premier Giuseppe Conte per la guida del ministero dei Beni culturali e turismo.

 

Il successore di Dario Franceschini è attualmente direttore della Naba, l'accademia milanese che declina in diverse direzioni (moda inclusa) la professione del designer.

 

Dal 2013 Bonisoli guida anche la Piattaforma sistema formativo moda, associazione volta a promuovere e rafforzare il sistema italiano di formazione nel settore, con l'obiettivo di consolidare i rapporti istituzionali e progettare un sistema di certificazione delle fashion school che ne garantisca la qualità a livello internazionale.

 

Tra le sue collaborazioni accademiche, quella pluriennale con l'Università Bocconi, presso cui ha insegnato Innovation management e diretto numerosi progetti di partnership internazionali.

 

Già nelle scorse settimane, dopo la sua designazione in campagna elettorale della squadra di governo Cinque Stelle, Bonisoli ha anticipato alcune delle sue priorità.

 

Tra queste «portare gli investimenti per il patrimonio culturale almeno all'1% del Pil, se non oltre» attraverso azioni per «la tutela, la digitalizzazione del patrimonio e cultura diffusa sul territorio, in particolare nelle periferie».

 

an.bi.
stats