Nuovi scenari

Oggi il vertice sul futuro delle fiere italiane del womenswear

È fissata per oggi pomeriggio, nella sede di Smi, una riunione per provare a disegnare il nuovo futuro delle fiere donna italiane. L'incontro è stato voluto da Michele Tronconi, presidente di Sistema Moda Italia, dopo la decisione di Parigi di anticipare i saloni a prima dell’estate. Una mossa resa ancor più necessaria dopo l'annuncio della nuova rassegna di Pitti Immagine e Fiera Milano.

 

Al confronto partecipano i quattro esponenti di spicco dell’associazione degli industriali del settore tessile-moda e altrettanti organizzatori delle fiere donna. Oltre a Tronconi, dunque, siedono al tavolo il vicepresidente di Smi Paolo Bastianello, il presidente di Ente Moda Italia Antonio Gavazzeni e Paolo Zegna, al vertice del comitato per l’internazionalizzazione di Confindustria. Dall'altra parte Mario Boselli e Massimiliano Bizzi, rispettivamente presidente della Cnmi-Camera Nazionale della Moda Italiana e numero uno di White (che spingono per anticipare i saloni attualmente collocati in settembre, durante le sfilate), oltre a Enrico Pezzali e Raffaello Napoleone, amministratori delegati di Fiera Milano e di Pitti Immagine. Questi ultimi hanno stretto un'alleanza che porterà all’unificazione dei loro saloni (rispettivamente Mipap e Cloudnine, Neozone e Touch!) in un nuovo format ancora da svelare, al debutto il prossimo gennaio.

 

Le conclusioni del vertice difficilmente saranno unanimi, se è vero che le richieste avanzate dall'asse Boselli-Bizzi metterebbero in discussione l'esistenza stessa di Pitti_W a Firenze. Sacrificio che Napoleone non sembrerebbe assolutamente disposto a compiere. Questa riunione si annuncia, quindi, come la prima di una serie, in attesa che le parti arrivino a raggiungere un accordo.

 

stats