OCCHIALERIA

Gli occhiali made in Italy corrono solo all’estero

L’export di occhialeria italiana sale del 5,6% nel primo semestre dell’anno per un valore di 1,4 miliardi di euro e rende il saldo della bilancia commerciale del settore attivo per oltre 973 milioni di euro. Una performace che permette alle aziende del comparto di essere fiduciose (le esportazioni assorbono infatti oltre l’80% della produzione), nonostante la flessione del mercato interno.

 

Quest’ultimo subisce infatti una contrazione in valore dell’8% (in termini di sell in) e non fa intravedere segnali di ripresa. Commenta così i dati Cirillo Marcolin, presidente di Anfao: “Il quadro economico che stiamo affrontando sicuramente non ci agevola. Tuttavia, proprio grazie alla nostra capacità di imporci sui mercati internazionali, restiamo protagonisti e continuiamo a crescere a un discreto livello”.

 

I dati per aree geografiche vedono una sostanziale stabilità verso l’Europa (+0,3%) e un incremento verso tutte le altre destinazioni: +10,7% verso le Americhe, +12,9% verso l’Asia, +7,6% verso l’Africa e +14,3% verso l’Oceania. In particolare, la Cina fa segnare un +81% nel periodo gennaio-giugno 2012 e a proposito di Paesi emergenti Marcolin spiega: “Sebbene costituiscano ancora una quota relativamente bassa sulle esportazioni italiane del settore, stiamo assistendo ormai da tempo a uno sviluppo costante che speriamo diventi sempre più consistente, in modo da controbilanciare la bassa crescita dei tradizionali mercati di sbocco, vedi soprattutto l’Europa”.

 

 

stats