OLTRALPE

Gli attentati non fermano le fiere francesi

In seguito agli attentati che venerdì scorso hanno sconvolto Parigi e la Francia, la maggioranza dei membri di Unimev (l’unione francese delle professioni fieristiche) si è riunita per sottoscrivere una dichiarazione unitaria di tutto il settore degli eventi d’Oltralpe.

 

La maggior parte degli organizzatori ha scelto di confermare le manifestazioni in programma, intensificando gli sforzi per garantire la sicurezza dei partecipanti.

 

Nella nota firmata da Thierry Hesse, presidente di Unimev, gli operatori della filiera francese delle fiere esprimono la loro infinita tristezza per i terribili attentati che hanno sconvolto Parigi e tutta la nazione.

 

La sicurezza degli eventi, e delle persone in prima istanza, è da sempre la preoccupazione principale degli attori del comparto, che hanno deciso di intensificare gli sforzi in questo senso.

 

Nel contempo la posizione scelta è quella di proseguire nell’organizzazione delle manifestazioni. «Gli eventi devono continuare a esistere in quanto momenti di incontro, scambio e condivisione», sostiene l’associazione.  

 

Tra le fiere della moda si segnala per il momento solo il trasferimento temporaneo di Interfilière e Mode City a Lione il prossimo luglio, ufficialmente a causa della coincidenza con la finale di coppa Uefa 2016.

 

 

stats