PARIGI

L’intimo sotto i riflettori: tutte le novità di Sil e Interfilière di gennaio

Il 2013 sarà un anno importante per i saloni incentrati sulla filiera dell’intimo e della moda mare di Eurovet: il Salon International de la Lingerie (Sil) di gennaio compie 50 anni, Mode City di luglio ne fa 30 e Interfilière - la fiera dedicata ai materiali e agli accessori per intimo e beachwear, che accompagna sempre questi appuntamenti - cambia logo, per meglio declinarsi rispetto alle sue quattro edizioni internazionali, le due parigine e quelle di Hong Kong e Shanghai.

 

Tutte queste novità sono state illustrate a Milano dalle responsabili delle rassegne. Partendo da Interfilière - una realtà espositiva che nelle sue quattro sessioni annuali coinvolge complessivamente 600 produttori di tessuti e accessori per la moda intima e mare da 35 Paesi e 30mila visitatori da 95 nazioni al mondo - si è anticipato che all’edizione in programma a Parigi dal 19 al 21 gennaio parteciperanno 150 aziende, di cui 20 italiane. I riflettori saranno puntati in particolar modo sul pizzo, un prodotto di grande attualità. Ci sarà una retrospettiva ma si affronterà l’argomento anche in chiave prospettica, con informazioni sulle lavorazioni del momento e sugli sviluppi futuri. In uno spazio dedicato, con ingresso riservato ai buyer invitati, verranno esposti i campioni delle aziende e si produrrà anche una brochure ad hoc.

 

Quanto al Salon International de la Lingerie (Sil) - il grande hub della moda intima, in cui su una superficie di 30mila metri quadri vengono presentate nelle stesse date le nuove collezioni di 550 marchi, a favore di un pubblico di 20mila buyer -, due sono principalmente le novità svelate dalle manager di Eurovet. Per celebrare gli “sweet fifty” verrà allestito uno spettacolare forum, pensato per stupire gli operatori: una struttura “lunare” in Lycra di 450 metri quadri, alta sette metri, al cui interno si ripercorreranno 50 anni di creazioni. L’altra grande iniziativa del salone è dedicata specificamente ai dettaglianti del settore: un’agorà avrà il compito di fornire una serie di servizi e informazioni a questo imprescindibile anello della filiera, messo in crisi dalla contrazione dei consumi e dall’avanzata delle catene.

 

I marchi italiani presenti saranno una quarantina e avranno un posto d’onore, grazie anche al sostegno della nuova Ice. Ci saranno un vero e proprio villaggio made in Italy, un apposito catalogo e le proposte dalla Penisola saliranno in pedana nella parte finale della sfilata giornaliera The Selection. Durante tutti e tre i giorni di manifestazione verrà sviluppato un programma di conferenze, con una giornata interamente focalizzata sull’intimo maschile, un settore che sta andando bene e che ha ulteriori potenzialità. Un altro argomento caldo sarà l’utilizzo di Internet, dell’e-commerce e dei social network.

 

 

stats