PELLETTERIA

Mipel: il futuro si affronta con gli strumenti digitali ma non solo

Presentata oggi a Milano la 104esima edizione di Mipel, la fiera della pelletteria, che dalla scorsa sessione di marzo ha intrapreso un percorso di cambiamento sostanziale.

 

Le novità maggiori, di scena dal 15 al 18 settembre nei padiglioni 8 e 12 di Fieramilano-Rho, saranno la piena operatività della piattaforma digitale @mipel e il ritorno delle sfilate.

 

“Sei mesi fa avevamo annunciato un percorso di cambiamento che si sarebbe realizzato compiutamente in tre edizioni - ha detto Giorgio Cannara, presidente di Aimpes e Mipel -. Ora, pur essendo solo a metà dell’opera con l’appuntamento del prossimo settembre, devo dire che il processo messo in atto ci vede particolarmente soddisfatti: il numero degli espositori è in linea con le precedenti sessioni di settembre, ci sono new entry interessanti, come l’azienda italiana Orobianco e il brand Paris Hilton e tutte le nuove sezioni lanciate lo scorso marzo hanno ottenuto consensi presso i partecipanti. In particolare, la parte Extra ha avuto un riscontro sopra le aspettative”.

 

Anche a settembre verrà riproposta l’area di sintesi, che riassume il meglio delle collezioni primavera-estate 2014 in mostra a Mipel, così come il servizio di photoshooting, la Mipel tv, il magazine online Mipel news, la presenza sui principali social network e, infine, la App per i dispositivi mobili.

 

Ma la principale novità è rappresentata dal fatto che, a partire da fine luglio, sarà pienamente operativa la piattaforma @mipel, uno strumento gratuito per le aziende partecipanti, che consente di incentivare il business, allungando la durata della relazione tra produttori e buyer ben oltre i quattro giorni di fiera. @mipel sarà infatti disponibile tutto l’anno e avrà anche, per le ditte che vorranno aderirvi, una parte separata, riservata all’e-commerce b2c: Mipel Store.

 

Ogni realtà avrà la possibilità di caricare sulla piattaforma @mipel i propri articoli, che potranno essere pubblici, privati (visibili solo dall’azienda in attesa di essere “liberati”) o riservati soltanto ai buyer. La fruizione di questo utile strumento di lavoro potrà avvenire anche da smartphone.

 

A Mipel ritornano inoltre le sfilate, un momento considerato valido per dare visibilità ai marchi e alle loro collezioni. Si è sentita anche l’esigenza di collegare maggiormente il salone alla città: Mipel parteciperà per la prima volta alla Vogue Fashion Night Out del 17 settembre con Mipel point in alcuni dei più prestigiosi negozi di accessori di Milano, come Pellux.

 

 

stats